25 Aprile a Chiavari, gli appuntamenti

Dalla cerimonia per gli studenti ai partigiani ricordati, sino al corteo

25 Aprile a Chiavari, gli appuntamenti
Chiavari - Lavagna, 21 Aprile 2018 ore 08:28

Quest’anno ricorre il 73simo anniversario della Liberazione. Diverse le iniziative nel Comune di Chiavari a partire da sabato pomeriggio 21 aprile per poi culminare nella giornata di mercoledì.

La proclamazione degli studenti a Palazzo Bianco: il concorso Anpi

Sabato 21 alle 15.30, nella sala consigliare del Comune, “La Carta Costituzionale Nasce Dalla Resistenza”: verranno proclamati i vincitori del concorso Anpi per le scuole di Chiavari, alla presenza dell’avvocato Fernanda Contri, vice presidente emerita della Corte Costituzionale.

Il corteo commemorativo del 25 aprile

Mercoledì 25 aprile la Festa della Liberazione: dalle 7.30 alle 8 ore deposizione delle corone alle lapidi e ai cippi commemorativi; alle 9 deposizione delle corone nell’atrio del Palazzo Comunale, ai busti di don Giovan Battista Bobbio e Sergio Kasman in piazza N.S. dell’Orto e ai busti di Viale delle Medaglie d’Oro; alle 9.30 la messa in cattedrale in suffragio di tutti i Caduti; seguirà poi il corteo accompagnato dalla Banda cittadina. Alle 11 in piazza Roma l’ alzabandiera e la deposizione delle corone al Monumento ai Caduti e al Cippo delle Vittime dei bombardamenti del 1944. Alle 11.30 il corteo si sposterà verso il cimitero urbano: lì avverrà la deposizione delle Corone al Campo Militare, al Cippo dei Fucilati e al Poligono di Tiro, con i saluti delle autorità. Non mancherà l’intervento di Fernanda Contri, vice presidente emerita della Corte Costituzionale.

La cerimonia all’Auditorium: premiazione studenti, concerto e partigiani ricordati

Infine alle 17, all’Auditorirum San Francesco, si terrà la premiazione dei vincitori delconcorso Anpi delle Scuole di Chiavari. Sarà presente la Superba Chamber Orchestra diretta dal maestro Danilo Marchello con Elisa Tomellini al pianoforte, musiche di Ivan Kasman e Serghej Rachmaninov.
Saranno lette nell’occasione le motivazioni di quattro partigiani decorati alla memoria e caduti per la Libertà, a cura del prof Renzo Ronconi con gli studenti dell’Istituto Superiore Statale Caboto.

I partigiani decorati

I partigiani decorati sono Giuseppe Casini (nome di battaglia “Pino”, nato a Chiavari il 1° maggio 1920 e caduto a Pilastri di Fosdinovo, MS, il 3 gennaio 1945), don Giovanni Battista Bobbio (parroco di Valletti, nato a Bologna il 3 luglio 1914, cappellano della Brigata Coduri fucilato a Chiavari il 3 gennaio 1945), Sergio Kasman (“Marco Macchi”, nato a Genova il 2 settembre 1920 e caduto a Milano il 9 dicembre 1944) e Silvio Solimano (“Berto”, nato a Santa Margherita Ligure il 21 giugno 1925, caduto in Val d’Aveto il 27 agosto 1944).
L’ingresso all’evento è libero.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: