Menu
Cerca

A San Salvatore di Cogorno una rotonda e due semafori intelligenti

Incontro con la Città Metropolitana sul PUC, argomenti trattati viabilità, messa in sicurezza dell’ Entella e mitigazione del rischio

A San Salvatore di Cogorno una rotonda e due semafori intelligenti
Altro Chiavari - Lavagna, 27 Febbraio 2019 ore 14:32

A San Salvatore di Cogorno possibile l’arrivo di una rotonda e di due semafori intelligenti: sono solo alcuni dei punti toccati oggi, mercoledì 27 febbraio, nell’incontro in Comune tra il consigliere Franco Senarega e tre tecnici della Città Metropolitana con sindaco, consiglieri e tecnici comunali, su richiesta dell’amministrazione. Sul tavolo alcune questioni importanti relative al PUC e alla sua stesura. In particolare viabilità, messa in sicurezza dell’Entella e mitigazione del rischio.

SP 33, una strada con un volume di traffico altissimo

L’incontro è stato chiesto per condividere con la Città Metropolitana i passaggi necessari in questa fase di stesura del Piano Urbanistico Comunale, per fare il punto della situazione sulla SP 33: la strada di collegamento costa- entroterra con un volume di traffico altissimo, che passa in una delle zone con la più alta concentrazione di abitazioni, scuole e attività commerciali di San Salvatore di Cogorno.

Nella prima fase al centro dell’incontro (per quanto riguarda la stesura del PUC e le problematiche relative alla viabilità) è stato chiesta conferma per le soluzioni da adottare per la gestione del traffico e la sicurezza dei pedoni sulla SP33 alla luce dello studio finanziato dal Comune ed effettuato da Trafficlab.

La soluzione sperimentale più soddisfacente? Due impianti semaforici di tipo intelligente e una rotonda

Da quanto è emerso la soluzione sperimentale più soddisfacente, che verrà trasmessa alla Città Metropolitana in via ufficiale, sarà quella della sistemazione di due impianti semaforici di tipo intelligente e di una rotonda, realizzata secondo la normativa vigente, nei pressi del supermercato Basko (ponte di Caperana).

Gli altri punti toccati durante l’incontro

Sempre per quanto riguarda la viabilità è stato posto l’accento sui prossimi interventi in merito ai tre attraversamenti pedonali lungo la SP 33 (Villaggio del Ragazzo e due in corso Risorgimento) dove verrà posizionato un impianto verticale di luci a led capace di rendere visibile il pedone anche di notte. In via Divisione Coduri e piazza Aldo Moro, invece, verranno posti alcuni dossi per rallentare il passaggio dei mezzi.

Per quanto concerne la messa in sicurezza della SP 34 vi sono a disposizione 320 mila euro per i guardrail, c’è già il progetto e la Città Metropolitana è pronta per procedere alla gara per l’affidamento dei lavori.

Inoltre il consigliere Gino Garibaldi, con delega ai lavori pubblici, ha chiesto di poter condividere uno studio complessivo delle criticità lungo questa infrastruttura per avere già un’eventuale mappatura, in caso di nuovi fondi.

Aggiornamenti sull’innesto tra SP 33 e 34 in seguito a un intervento di privati, che porterà all’allargamento della strada e del marciapiede.

La Città Metropolitana ha colto anche l’occasione per ricordare che nel breve periodo verrà riasfaltata la SP 33.

Sul fronte della mitigazione del rischio è stato ufficialmente chiesto un contributo economico di circa 130mila euro per l’intervento di passaggio sotto la strada provinciale del Rio Remigiano (intervento che in totale ha un costo di circa 800mila euro). Prossimamente la gara.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli