Menu
Cerca
Coronavirus

In macelleria con la mascherina e un cliente alla volta

Ci si reinventa: parlano Tiziano e Franco De Lucis che offrono anche consegne a domicilio

In macelleria con la mascherina e un cliente alla volta
Altro Chiavari - Lavagna, 06 Maggio 2020 ore 09:29

“Siamo rimasti chiusi per un breve lasso di tempo. Un po’ per la paura di non sapere a cosa andavamo incontro, un po’ per poter organizzare al meglio il lavoro visto che andiamo a comprare direttamente la nostra merce e, quindi, dovevamo risolvere qualche problema logistico”.

Tiziano De Lucis gestisce insieme allo zio Franco De Lucis la storica macelleria Martin Carni di via Roma 117 a Lavagna. Macellai da quattro generazioni, un lavoro tramandato da padre in figlio.

Il Coronavirus ha stravolto la vita di tutti, compresa quella lavorativa.

“Per noi è cambiato tanto – prosegue Tiziano – a parte i dispositivi e i comportamenti protettivi che sono gli stessi che adottano tutti, ora in negozio può entrare solo un cliente alla volta, dotato di mascherina, e il personale non può essere superiore a due operatori perché abbiamo una superficie di vendita inferiore ai 40 metri quadrati. Come la maggior parte dei colleghi commercianti e artigiani che possono lavorare e offrire un servizio al pubblico, abbiamo cambiato il modo di operare. O meglio, abbiamo cercato di adattarci alla nuova situazione. Anche noi, dunque, abbiamo deciso di offrire un servizio in più, cioè la consegna a domicilio. Vista l’emergenza sanitaria siamo aperti tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 7:30 alle 12:30. Per gli ordini – prosegue Tiziano – possono chiamarci al numero fisso 0185-393636 oppure mandarci un messaggio su WhatsApp al 3494683909. La nostra clientela potrà ritirare l’ordine direttamente in negozio o, se preferiscono, glielo porteremo noi”.

In attesa, dunque, di tornare al più presto alla normalità, c’è da reinventarsi per poter lavorare.

“Abbiamo ridotto l’orario di lavoro alla sola mattina e abbiamo subito un contraccolpo sulle vendite che si sono ridotte. Nel compenso – conclude il 46enne lavagnese – abbiamo notato che la maggior parte, direi quasi la totalità, della nostra clientela è educata e rispettosa delle regole”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli