Attualità
IL GESTO

A Lavagna bambini volontari puliscono la spiaggia

Li chiamano i "Cavalieri della Spiaggia Pulita"

A Lavagna bambini volontari puliscono la spiaggia
Attualità Chiavari - Lavagna, 26 Luglio 2021 ore 10:13

Al Centro Estivo dell'Isola Blu, centro di aggregazione minorile del Comune di Lavagna, due anni fa sono nati i Cavalieri della Spiaggia Pulita. Un impavido gruppo di "super eroi" che ogni settimana, dalla partenza del centro estivo sono operatori attivi nel rispetto dell’ambiente.

I Cavalieri della Spiaggia Pulita

I bambini, iscritti al centro estivo si offrono su base volontaria ed attrezzati di tutto punto, puliscono la spiaggia guidati ed accompagnati da un educatore di riferimento. Muniti di guanti, cappellini e sacchetti per la raccolta differenziata, raccolgono la spazzatura che viene abbandonata sulla spiaggia, per disattenzione o disinteresse. Cicche di sigarette (tantissime), cartacce, bottiglie e bicchieri di plastica, cannucce, stecchi del gelato, tappi di bottiglie, ferro arrugginito, scontrini, pacchetti di sigarette e involucri vari sono i materiali più raccolti dai bambini.

I Cavalieri della spiaggia pulita si insediano, durante la settimana, a fianco dei Bagni Piero a Lavagna e da lì si danno da fare su e giù su uno spazio grande come un campo da tennis: "Chi ha la carta?" urla Pietro "Io ho la plastica" sostiene Miguel "Questo dove va?" chiede Livia Si sente riecheggiare la voce dei bambini in sintonia con la musica delle onde.

I bambini sono bambini, si sa. Alcuno sono più entusiasti, sono già predisposti dalla famiglia di un imprinting ecologico, trainano il gruppo e sono i primi a proporsi ogni mattina. Altri preferiscono giocare, e danno una mano qua e là, senza troppo impegno. Compito dell’educatore è quello di stimolare anche i più “pigri” all’azione solidale ed ecologica. Basta un incentivo che trasforma l’attività in un momento ludico.

“Questa soluzione ripaga sempre"

“Questa soluzione ripaga sempre. Ad esempio due bambini che erano poco propensi a partecipare all’attività, oggi sono diventati frequentatori assidui e non si perdono un turno” sottolinea Berthe Saudelli, educatrice della Cooperativa Il Sentiero di Arianna e referente del laboratorio. A sostegno della partecipazione dei più “pigri” vi è anche una forte azione di analisi e riflessione che gli educatori offrono a supporto dei bambini per aiutarli a riflettere sul comportamento virtuoso e rispettoso da avere in spiaggia e in generale in tutti gli ambienti. Gli ospiti della spiaggia quotidianamente ringraziano e fanno diversi complimenti ai bambini. I bambini sono fieri del loro operato. Spesso si intavolano discussioni sull'importanza di rispettare l'ambiente e lasciare la spiaggia pulita, momenti unici di partecipazione e dialogo cittadino intergenerazionale.

I bambini si trovano del tutto a loro agio con l'attività. La vivono quasi come una caccia al tesoro. Vederli da sopra la passeggiata è commovente. Un'immagine di sicuro impatto, soprattutto quando ci si concentra sull’insieme della raccolta. Ogni giorno 2 bicchieri colmi di cicche di sigarette e un gran sacco di plastica. E tanto divertimento. E soprattutto, ora i ragazzi sanno cosa lasciare sulla spiaggia: niente di più delle loro impronte.

Il laboratorio è realizzato dagli educatori della Cooperativa Il Sentiero di Arianna in collaborazione con il circolo Legambiente Cantiere Verde.