Attualità
GESTIONE DIFFERENZIATA

Appalto unico rifiuti, le ricadute sui Comuni del Tigullio

Venerdì 7 maggio si è tenuto l’incontro richiesto da CGIL CISL e UIL del Tigullio Golfo Paradiso con il sindaco della città metropolitana Marco Bucci: ecco cosa è emerso

Appalto unico rifiuti, le ricadute sui Comuni del Tigullio
Attualità Chiavari - Lavagna, 10 Maggio 2021 ore 12:12

Venerdì 7 maggio si è tenuto l’incontro richiesto da CGIL CISL e UIL del Tigullio Golfo Paradiso con il sindaco della città metropolitana Marco Bucci, sul tema dell’appalto unico rifiuti e ricadute sui Comuni del Tigullio.

Parlano i sindacati

Ecco cosa evidenziano in una nota Domenico Del Favero, Claudio Nicolini e Paolo Badalini, responsabili CGIL CISL UIL Tigullio Golfo Paradiso:

"Come organizzazioni sindacali abbiamo ribadito le posizioni che da tempo sosteniamo, imprescindibili e contestuali tra loro.

Condividiamo il pronunciamento delle nostre federazioni di categoria che auspicano, con l'appalto unico, un miglioramento delle condizioni economiche, contrattuali e di sicurezza sul lavoro di tutti gli addetti, la riduzione del pericolo di infiltrazioni mafiose e una migliore razionalizzazione del servizio.

Riteniamo necessario mantenere gli ottimi livelli di raccolta differenziata raggiunti nel nostro comprensorio, evitare un aumento delle tariffe, prestando attenzione alla conformazione del territorio e alle variabili determinate dalla stagionalità.

Da tempo sosteniamo, come CGIL CISL UIL Tigullio Golfo Paradiso, la necessità di trovare una sintesi ragionata che non penalizzi il nostro territorio, ma al contrario contribuisca a migliorare il servizio reso ai cittadini e le condizioni dei lavoratori.

Il sindaco Bucci ha manifestato condivisione su tutte le questioni da noi poste, impegnandosi a considerarle vincolanti, con qualsiasi modalità venga adottata per la gestione dell’appalto unico, condividendole e formalizzandole con i comuni interessati.

Su richiesta delle O.O.S.S., ha dichiarato la propria disponibilità immediata per l’attivazione di un tavolo permanente di monitoraggio. Confidiamo che il compito impegnativo che spetta alla politica e alle istituzioni, cui i cittadini hanno democraticamente delegato lo svolgimento al meglio del loro nobile ruolo, possa individuare una soluzione condivisa con ricadute positive sul territorio e sui lavoratori del servizio. Valutiamo positivamente le risultanze dell’incontro e seguiremo con attenzione tutte le fasi del percorso, con l’obiettivo di traguardare la soluzione ottimale".