Attualità
ZANZARE

Arbovirosi, riscontrati due casi umani di West Nile Virus (WNV) in Piemonte

In provincia di Novara e di Vercelli

Arbovirosi, riscontrati due casi umani di West Nile Virus (WNV) in Piemonte
Attualità Chiavari - Lavagna, 20 Luglio 2022 ore 06:55

Arbovirosi, riscontrati due casi umani di West Nile Virus (WNV) in Piemonte.

Le arbovirosi sono zoonosi causate da virus trasmessi da vettori artropodi (arthropod-borne virus, come per esempio zanzare, zecche e flebotomi) tramite morso/puntura. Interessano sia l’uomo che gli animali. A partire da giugno è stata intensificata la sorveglianza delle Arbovirosi, prevista dal Piano nazionale prevenzione, sorveglianza e risposta alle Arbovirosi (PNA).

La scorsa settimana è stato notificato il primo caso umano di forma neuroinvasiva da WNV in Italia (Veneto) e sono state già confermate molte positività in zanzare e volatili selvatici e sinantropi in molte regioni del Nord Italia e in Sardegna, altre positività sono in corso di conferma (fonte Bollettino CESME- IZSAM - 14/07/2022).

Ieri, martedì 19 luglio 2022, sono stati notificati due casi umani in provincia di Novara e di Vercelli, mentre non sono state segnalate positività per WND (West Nile Disease) e USUV (Usutu) né negli animali, né nelle zanzare.

I dati della sorveglianza integrata dell'anno 2021, raccolti in ottemperanza al Piano nazionale integrato delle Arbovirosi, sono riassunti nel bollettino annuale prodotto dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta: Bollettini_annuale_arbovirosi_2021_pdf

È bene ricordare, che l'individuazione della possibile circolazione virale negli animali è fondamentale per prevenire la trasmissione nei confronti delle persone.

È dunque importante osservare le regole per ridurre la proliferazione dei vettori (zanzare) opuscolo_difesa_dalle_zanzare_pdf e per proteggersi dalle punture di insetti opuscolo_prevenzione_WND_pdf

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter