Attualità
Sanità

Asl 4, stabilizzazione per 44 operatori sanitari

Il rafforzamento dell'organico

Asl 4, stabilizzazione per 44 operatori sanitari
Attualità Chiavari - Lavagna, 27 Agosto 2022 ore 14:32

Asl 4 rafforza il suo organico e stabilizza 44 operatori sanitari, assunti durante il triennio 2020-2022 segnato dall’emergenza pandemica.

Le figure professionali protagoniste

Si tratta, nel dettaglio, di 23 Oss, 16 infermieri, 1 medico oculista, 1 dirigente amministrativo, 1 psicologo e 2 tecnici della prevenzione.
Dei 16 infermieri, 8 prestano servizio alla Medicina d’urgenza e Pronto Soccorso, 1 alla Psichiatria, 1 alla Pediatria dell’ospedale di Lavagna; 1 all’area Buffer Covid e 1 alle Cure intermedie dell’ospedale di Sestri Levante; 1 alle Cure palliative del polo di Chiavari; 1 alla Medicina interna dell’ospedale di Rapallo; 1 al Distretto sociosanitario15 di Chiavari.
I 23 Oss sono invece presenti nelle seguenti strutture: 5 alla Medicina d’urgenza e Pronto Soccorso, 2 all’Osservazione breve intensiva, 1 alla Traumatologia d’urgenza, 2 alla Chirurgia generale, 1 alla Neurologia, 1 all’Ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Lavagna; 3 all’area Buffer Covid, 2 alle Cure intermedie dell’ospedale di Sestri Levante; 3 alla Rsa, 1 al Medico competente del polo di Chiavari; 2 alla Medicina interna dell’ospedale di Rapallo.

La dichiarazione del governatore ligure Toti

«La stabilizzazione di questi lavoratori della Asl 4 - dichiara il presidente della Regione Liguria e assessore regionale alla sanità, Giovanni Toti - è un importante passo avanti per rafforzare i servizi sanitari e continuare con il recupero delle liste di attesa, dopo oltre due anni di emergenza pandemica. Il potenziamento della risposta ai bisogni di salute dei cittadini passa certamente attraverso le risorse del Pnrr, di cui oltre 30 milioni di euro sono destinati a questa azienda per l'acquisto di nuovi macchinari, l'ammodernamento delle strutture, gli interventi di adeguamento antisismico, la digitalizzazione del Dea di Lavagna e per il rafforzamento della risposta territoriale. Ma non dobbiamo mai dimenticare che per realizzare tutto questo il primo, indispensabile investimento è sulle persone».

I dettagli dell'operazione

I 44 contratti a tempo indeterminato sono stati siglati nell’ambito del percorso voluto e coordinato da Regione Liguria in virtù delle facoltà concesse dalla Legge di bilancio n. 234 del 30 dicembre 2021, e concretizzato con la delibera di Asl 4 del 12 luglio scorso, al fine di consolidare in modo strutturale i servizi sanitari, recuperare le liste di attesa, valorizzare le professionalità acquisite durante l’emergenza Covid-19. Le stabilizzazioni sono avvenute in seguito all’avviso di ricognizione pubblicato dall’Azienda sanitaria che invitava chi ne avesse avuto interesse e diritto a presentare la relativa istanza. È seguita poi la verifica dei requisiti richiesti ai candidati (in particolare aver maturato almeno 18 mesi di servizio in un ente del servizio sanitario nazionale, anche non continuativi, di cui almeno sei mesi nel periodo compreso tra il 31 gennaio 2020 e il 30 giugno 2022) e infine la stipula dei contratti.

Il commento del direttore della Asl 4 Petralia

«Annunciamo con piacere la stabilizzazione di 44 operatori che collaborano con noi da tempo e che con noi hanno affrontato il periodo più complesso e impegnativo degli ultimi tempi - conclude il direttore generale di Asl 4, Paolo Petralia -. Essere riusciti a offrire loro un contratto a tempo indeterminato fa sì che il percorso professionale e umano comune prosegua: operatori e azienda insieme. La nostra intenzione è rafforzare ulteriormente gli organici per offrire livelli di cura e assistenza sempre migliori».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter