Attualità
Festività

Capodanno, Leidaa Golfo Tigullio dalla parte degli animali

L'appello ai Sindaci e al buon senso dei cittadini in merito ai fuochi d'artificio

Capodanno, Leidaa Golfo Tigullio dalla parte degli animali
Attualità Rapallo - Santa Margherita, 29 Dicembre 2022 ore 09:42

I festeggiamenti di capodanno si avvicinano e, come ogni anno, si ripropone lo stesso problema, quello dei fuochi d'artificio. La sezione del Golfo Tigullio di Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente prende posizione contro i "botti" dell'ultimo dell'anno.

La denuncia di LEIDAA Golfo Tigullio

Si parla di 5000 animali che perdono la vita la notte di S. Silvestro, l'80% sono selvatici, mentre quelli domestici sono colti da terrore, non riuscendo a capire il perchè di quei forti rumori.

Alcune Amministrazioni scelgono una linea di sensibilizzazione, proibendo l'uso dei “botti”, un atto specifico che ha un importante valore. Le persone sparano ugualmente, ma il fatto che l'Amministrazione Comunale prenda posizione è molto importante.

Nel Capodanno 2020 furono 400 i cani e gatti morti o dispersi a causa di questa usanza anacronistica e stupida, oltre ai 1800 amici a quattro zampe fuggiti da casa per la paura generata dai “botti”, oltre agli effetti devastanti sulla fauna selvatica più sensibile ed esposta, ma non dimentichiamo che ci sono anche
danni per neonati e anziani.

L'udito dell'uomo ha percezioni uditive intorno ai 15 hertz, per ultrasuoni 15.000, i cani 60.000 ed i gatti 70.000.

Lo scorso anno nel mese di dicembre sono state sequestrate armi e materiali esplosivi : 48 strumenti lanciarazzi, 36 armi comuni da sparo, 1728 munizioni, 60 quintali di manufatti per fuochi, 15 quintali quelli senza marcatura “CE”.

Nel 2021 nonostante le restrizioni previste per il Covid19, c'è stato 1 morto e 79 feriti di cui 23 ricoverati in ospedale, i dati sono della Polizia di Stato, sempre in base a dati ufficiali del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, dal 2012 si sono registrati 6 morti e 3040 feriti gravi a causa di petardi e fuochi di artificio utilizzati nella notte di Capodanno, da dati sempre ufficiali, nel 2020 si riscontrarono 204 feriti gravi, di cui 43 minorenni, 51 arrestati e 277 denunciati.

Ricordiamo anche le polveri sottili diffuse e 6 tonnellate di rifiuti in una notte. Consigliamo ai proprietari di animali di non lasciarli assolutamente soli, di chiudere bene porte e finestre, alzare il volume della TV per attutire i rumori, cercare di distrarli, e per nessun motivo arrabbiarsi e rimproverarli.

Chiediamo a tutti i Sindaci di fare un'ordinanza che proibisca questi inutili e dannosi rumori a Capodanno per motivi di sicurezza umana, animale.

Abolire i “botti” è un segno di civiltà !

Seguici sui nostri canali