Attualità
Chiavari

Chiusa l'edizione 2022 del Festival Parola, primi bilanci

L'edizione della ripartenza

Chiusa l'edizione 2022 del Festival Parola, primi bilanci
Attualità Chiavari - Lavagna, 06 Giugno 2022 ore 14:08

Si è chiusa ieri sera a Chiavari la nona edizione del Festival della Parola, l'edizione della ripartenze. La rassegna culturale ha animato per quattro giorni la Città dei Portici con grandi ospiti del calibro di Pietro Grasso, Giovanni Ajala, Andrea Crisanti, Enrico Vanzina, Vincenzo Mollica, Gianluigi Nuzzi, Nina Zilli, Pino Donaggio e Vittorio De Scalzi.

 

Grandi ospiti

 

Chiavari. Si è chiusa ieri sera, domenica 5 giugno 2022, con l’incontro dedicato al ricordo di Pier Paolo Pasolini, la nona edizione del Festival della Parola, la rassegna culturale organizzata dal Comune di Chiavari – Assessorato al Turismo e prodotta dall’associazione Le Muse Novae che per quattro intensi giorni ha animato le principali vie e piazze di Chiavari con eventi, presentazioni, incontri, musica e spettacoli.

Un’edizione importante che, da giovedì 2 a domenica 5 giugno, ha portato nella Città dei Portici circa 70 eventi tra gli appuntamenti del programma principale e il calendario di DidaFestival ed ExtraFestival. Tra gli incontri più apprezzati e partecipati quelli con gli ex magistrati Giuseppe Ayala e Pietro Grasso, in programma rispettivamente la prima e la seconda serata, che hanno ricordato il trentennale dalle stragi di mafia, l’incontro con il giornalista e volto di Quarto Grado Gianluigi Nuzzi, la presentazione del libro “Caccia al virus” del microbiologo e divulgatore scientifico Andrea Crisanti e l’incontro con Vincenzo Mollica, al quale è stato anche consegnato il premio "Ambasciatore della Parola 2022". Tra gli altri grandi ospiti protagonisti delle quattro giornate Enrico Vanzina, Elisabetta Villaggio, Nina Zilli, Pino Donaggio, Vittorio De Scalzi, Federico Sirianni ed Eliana Liotta.

«Siamo molto soddisfatti dell’edizione appena conclusa – spiega Enrica Corsi dell’Associazione Le Muse Novae – Per noi è stata l’edizione della ripartenza, con la ripresa degli incontri in presenza senza restrizioni e con un programma ricco di ospiti di spicco che hanno toccato i temi più disparati: dal ricordo delle stragi di mafia a quello di Pier Paolo Pasolini, dalla guerra in Ucraina alla battaglia contro il virus, fino al tema della disabilità, che ha fatto emergere anche alcune riflessioni e problematiche riguardo alla strutture ricettive per i diversamente abili. Siamo felici di aver incontrato di nuovo l’entusiasmo del pubblico sotto la tensostruttura di Piazza Nostra Signora dell’Orto e di aver confermato ancora una volta quanto sia importante il Festival della Parola e quanto generi cultura, condivisione, partecipazione e riflessioni».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter