Menu
Cerca
Ungulati

Cinghiali: Cia Liguria chiede alla Regione campagna straordinaria di battute di selezione e autorizzazione a gabbie di cattura

Danni per gli agricoltori a causa dei cinghiali: la situazione è oltre i limiti della sopportabilità

Cinghiali: Cia Liguria chiede alla Regione campagna straordinaria di battute di selezione e autorizzazione a gabbie di cattura
Attualità Valli ed entroterra, 29 Maggio 2021 ore 12:19
Danni per gli agricoltori a causa dei cinghiali: la situazione è oltre i limiti della sopportabilità.  Per questo  CIA Liguria ha chiesto espressamente al Vice Presidente e Assessore all’Agricoltura Alessandro Pianadi promuovere convintamente una campagna straordinaria di battute di selezione per alleggerire la pressione degli ungulati che in questi giorni è davvero pesante.

Le richieste di Cia Liguria

L'occasione il Tavolo Verde convocato presso la sede della Regione. “Siamo consapevoli che non si risolve con le battute né con la normale attività venatoria, ma in questa fase della stagione assai delicata per le colture agricole, serve un intervento straordinario per preservare produzioni che  rischiano danni irreversibili – sottolinea Aldo Alberto, presidente di Cia Liguria -. Non si può più prescindere dalla messa a punto di un piano straordinario  di controllo e riduzione della pressione della fauna selvatica in grado di agire su più fronti : dalle difese passive, alla diffusione della gabbie di cattura, alle battute di selezione fino alla messa in atto di azioni di riduzione della capacità riproduttiva.

Campagna straordinaria di battute di selezione e autorizzazione a gabbie di cattura

In attesa del piano servono misure da attuare subito. Per questo oltre alle battute Cia Liguria chiede l’impegno della Regione a rendere possibile la diffusione di gabbie di cattura che consentirebbero una selezione mirata e certamente efficacie. “Il Vice Presidente Alessandro Piana  ha raccolto le nostre preoccupazioni – conclude Aldo Aberto - impegnandosi ad agire per una azione di selezione da metter in atto in breve tempo, conscio che la particolarità dell’ annata e l’ulteriore riduzione di catture durante la stagione di caccia ha ulteriormente aggravato il problema”.