Attualità

Consigli per svegliarsi ogni mattina veramente riposati

Consigli per svegliarsi ogni mattina veramente riposati
Attualità 17 Dicembre 2021 ore 08:11

Il sonno è una parte essenziale della nostra vita, passiamo circa un terzo di ogni giorno a dormire. Più il sonno è di qualità, più energia ottieni per affrontare al meglio la giornata. Ovviamente un buon sonno ha un effetto positivo sulla tua produttività e sul tuo umore. Come fare ad avere un sonno profondo e riposante?

Metti giù il telefono e spegni le luci

Sapevi che nella completa oscurità il tuo corpo si riposa molto di più di quando dormi con una lampada accesa o con le luci dei lampioni che riflettono nella stanza? La luce può influenzare la produzione di melatonina, compromettendo non solo l'addormentamento ma anche la qualità generale del sonno. Un discorso a parte è per le luci blu: si tratta di un tipo di luce prodotta da dispositivi elettronici (come televisori, telefoni cellulari, tablet, computer) ed è uno dei principali nemici della qualità del sonno. Se vuoi davvero dormire bene, dovresti spegnere la TV e il cellulare almeno un'ora prima di andare a letto.

Non sottovalutare la scelta del materasso

La qualità del sonno è anche direttamente influenzata da ciò su cui dormi. Non stiamo parlando tanto del letto quanto del materasso, che determina la corretta o scorretta posizione della spina dorsale durante il sonno. Se dormi su un materasso inadeguato, è probabile soffrire di mal di schiena, che può essere accompagnato anche da mal di testa e dolori articolari. Una delle caratteristiche importanti nella scelta del materasso è la durezza: sul mercato se ne trovano di tutti i tipi, dai materassi morbidi a quelli molto duri. La scelta è quindi determinata non solo dal proprio peso corporeo, ma naturalmente anche dalle preferenze personali.

La durata del sonno e i rituali serali sono importanti

Sappiamo tutti che la mancanza di sonno fa male al corpo, e lo stesso vale per il troppo sonno. Quindi quante ore dovresti dormire? Le linee guida generali parlano spesso di otto ore, ma la pratica è un po' più complicata. I bisogni di sonno sono individuali e possono cambiare con l'età; inoltre, la durata del sonno non è l'unico fattore da esaminare perché anche la qualità è fondamentale. Se stai alzato fino a tardi, o prendi un caffè un'ora prima di andare a letto o bevi alcol a tarda notte, nemmeno con un sonno lungo ti sentirai riposato. Gli esperti dicono che, idealmente, si dovrebbe prendere l'ultimo caffè circa sei ore prima di andare a letto, e l'ultimo bicchiere di alcol solo due ore dopo. Se provi a seguire queste semplici regole, provando anche ad andare a letto un’ora prima del solito e facendo arieggiare a sufficienza la camera da letto, ti sveglierai il giorno dopo sicuramente molto più riposato.