Attualità
Non solo covid

Covid sotto controllo, ma in arrivo la classica influenza

Toti: "In questa fase è particolarmente importante vaccinarsi anche contro l’influenza e continuare a rispettare le regole”

Covid sotto controllo, ma in arrivo la classica influenza
Attualità Chiavari - Lavagna, 25 Ottobre 2021 ore 07:01

“A Verona e nel Lazio sono stati isolati i primi due casi di influenza. Nei nostri laboratori si registrano sempre meno infezioni da Covid-19, mentre stanno aumentando i virus che circolavano prima della pandemia. Se da una parte stiamo dando una spallata al Coronavirus dall’altra rischiamo un aumento della circolazione del virus influenzale, lo scorso inverno quasi azzerato grazie alle misure di contenimento, come ad esempio l’utilizzo della mascherina. In questa fase, quindi, è particolarmente importante vaccinarsi anche contro l’influenza e continuare a rispettare le regole”. Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito alla campagna di vaccinazione antinfluenzale.

Vaccino antinfluenzale

“Ricordo che Regione Liguria è stata la prima in Italia ad offrire, alle categorie aventi diritto, l’opportunità di effettuare l’antinfluenzale anche in farmacia - ha ricordato il presidente Toti -, con la possibilità di una somministrazione congiunta con il vaccino anti Covid. L’anno scorso siamo riusciti ad aumentare sensibilmente il numero di cittadini vaccinati contro l’influenza e quest’anno Regione Liguria ha acquistato 100 mila dosi in più rispetto alla precedete campagna, per un totale di oltre 600 mila dosi di vaccino antinfluenzale”.

La pandemia in Liguria

“Per quando riguarda l’andamento della pandemia - ha aggiunto ancora il presidente Toti - anche in questo caso i vaccini ci stanno consentendo di tenere sotto controllo il Covid-19. L’incidenza media settimanale si attesta infatti a 31 casi ogni 100.000 abitanti (20 a Savona, 28 a Spezia, 55 a Imperia e 24 a Savona). Sono circa 2.000 invece gli over 80 e gli over 60 che si sono prenotati per la terza dose, un segnale importante da parte delle persone più esposte al virus in vista dell’inverno”.