Attualità
CHIAVARI

Defibrillatori e fondi per il Gaslini: dal dolore per la perdita di Giorgia rinasce la speranza

Brixel era scomparsa nel 2017 a soli 18 anni

Defibrillatori e fondi per il Gaslini: dal dolore per la perdita di Giorgia rinasce la speranza
Attualità Chiavari - Lavagna, 13 Giugno 2022 ore 07:24

Sono stati posizionati nelle scorse settimane gli ultimi defibrillatori donati dall’evento dedicato a Giorgia Brixel, la giovane scomparsa improvvisamente nel 2017 per un problema cardiaco. Oggi da un grande dolore è nata una catena di aiuto per chi ne ha bisogno.

Defibrillatori e aiuti al Gaslini

Per fare un bilancio di quanto è stato fatto sino ad oggi, sono stati raccolti 7mila euro donati al Reparto Cardiologia del Gaslini; un defibrillatore donato alla scuola elementare Fara, che Giorgia aveva frequentato; un altro alla scuola elementare Solari e un altro ancora al comune di Chiavari, posizionato in zona Colonia Fara; ancora, un defibrillatore donato al Comune di Carasco e uno al Campo di calcio Prioria a Carasco.

«Il covid ci ha temporaneamente fermato ma è mio desiderio riuscire al più presto a riorganizzare un grande evento dedicato a Giorgia e spero con tutto il cuore di riuscirci», spiega la mamma, Simona Vitali. «Ringrazio tutti coloro che ci hanno aiutato e che hanno sostenuto “Il Gran Premio della Danza Giorgia Brixel”, tutte le scuole e le famiglie straordinarie che hanno portato agli eventi i loro splendidi figli con la stessa passione della danza che aveva mia figlia. Nei momenti di totale smarrimento e dolore siamo riusciti grazie all’aiuto di tante persone a creare questo evento speciale sotto tanti aspetti: nato non solo per ricordare Giorgia, ma anche aiutare giovani danzatori a realizzare i loro sogni attraverso premi in denaro e prestigiose borse di studio, e cosa ancora più importante donare fondi alla cardiologia del Gaslini e defibrillatori alle scuole e alla comunità. Abbiamo iniziato questa avventura che ci ha regalato davvero tante soddisfazioni, oggi il mio grazie va a tutti coloro che ci hanno supportato».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter