Attualità
musica

Festival Estivo di Musica da Camera

Giovedì 4 agosto a Sestri Levante

Festival Estivo di Musica da Camera
Attualità Sestri - Val Petronio, 23 Luglio 2022 ore 10:44

Giovedì 4 agosto avrà luogo il concerto inaugurale del Festival Estivo di Musica da Camera, organizzato dall'Associazione Musicale Ars Antiqua. Il Festival Estivo festeggia quest'anno un compleanno importante: giunge infatti alla 40a edizione, confermandosi come una delle manifestazioni di punta della nostra regione.

Agli esordi è stata una iniziativa pioneristica. Tra Genova e La Spezia è stata una delle primissime stagioni stabili dedicate alla musica classica. Il successo è stato immediato, in questa attività pluridecennale il Festival ha portato nella nostra città artisti noti a livello mondiale (il chitarrista venezuelano Alirio Diaz, il pianista russo Naum Starkman, il pianista argentino Daniel Rivera, gli italiani Cristiano Rossi, Sergio Perticaroli, Paolo Bordoni, Massimiliano Damerini, Maurizio Zanini solo per citarne alcuni) e ensembles. Alcune edizioni del Festival hanno ospitato importanti orchestre, che hanno offerto concerti di straordinaria qualità, spesso in collaborazione con solisti di eccezione, esplorando il grande repertorio sinfonico. Da segnalare anche la partecipazione dell’Insieme Concertante Strumentisti del Teatro alla Scala, con prime parti della prestigiosa orchestra mianese. Numerose le prime esecuzioni assolute: citiamo tra le tante la prima esecuzione mondiale di un frammento di Schönberg, che ha suscitato l’interesse dell’omonimo centro studi di Vienna. Una filosofia, sempre vincente, è stata quella di esplorare i grandi capolavori del repertorio cameristico, accanto a brani di più rara esecuzione, ma di grande valore, con la capacità di rinnovarsi ogni anno, con proposte sempre originali.

Il concerto di apertura, il 4 agosto alle ore 21,15 presso il complesso dell’Annunziata a Sestri Levante, è un appuntamento da non perdere.

Concertare con divertimento” il titolo del programma, che propone l’accostamento di due giganti della storia della musica. Mozart, con il Divertimento per archi K136, composizione giovanile e leggera, ma con una scrittura raffinata ed elegante, che dimostra la maturità dell’enfant prodige. Alcune analogie con il secondo brano della serata: anche in questo caso si tratta di una composizione giovanile, ma che rivela pienamente il genio del suo creatore. Si tratta del Concerto in mi min. op.11 per pianoforte e orchestra di Chopin, amato dai pubblici di tutto il mondo. Chopin è stato un caso quasi unico nella storia della musica, avendo consacrato la quasi totalità della sua produzione al pianoforte, strumento prediletto dai compositori romantici, per le sua infinite sfumature espressive. Il Concerto op 11mette in luce questa estrema varietà, dal cantabile più espressivo, al virtuosismo più sfavillante. Nell’appuntamento del 4 agosto verrà proposta questa composizione nella rara e interessantissima versione cameristica, utilizzata dallo stesso Chopin, un’occasione davvero preziosa. Ad eseguire questo straordinario concerto, che richiede all’esecutore una tecnica trascendentale, unita a grande sensibilità espressiva, la pianista Sandra Landini, in collaborazione con il Quintetto Akedon, composto dai violinisti Carlo Lazari e Enzo Ligresti, dal violista Silvestro Favero, dal violoncellista Ludovico Armellini e dalla contrabbassista Patrizia Pedron. Tutti i concertisti vantano una prestigiosa attività internazionale, con esibizioni per i più importanti festivals e nelle più importanti sale da concerto: Gran Teatro “La Fenice” di Venezia, il Teatro La Scala di Milano, Wiener Muiskverein, la Philarmonie di Berlino, la Salle Gaveau di Parigi, la Sala Simon Bolivar e il Teatro Teresa Carreno di Caracas, il Teatro Nazionale di Riga, il Teatro dell'Opera di Praga, la Tokio Suntory Hall, la Tokio Opera Hall, la Gulbekian Musichall di Lisbona, Center of Performing Tel Aviv, il JerusalemTheatre, Festival Internazionale di Spoleto, Festival Galuppi di Venezia, Kazhakh National University of Arts di Astana (KZ).

Di grande interessa anche l’appuntamento successivo, venerdì 12 agosto, sempre alle 21,15: a calcare il palco della Sala Agave il mezzosoprano Ida Maria Turri e il pianista Stefano Romani. Il programma, estremamente vario e interessante, è incentrato sul repertorio liederistico, con sconfinamenti nel repertorio operistico, con autori italiani, francesi, tedeschi, inglesi e alcuni intermezzi pianistici. Il titolo “Le papillon et la fleur” prende spunto da una deliziosa composizione di Gabriel Fauré su testo di Victor Hugo (tenerissima storia dell’amore impossibile di un fiorellino per una farfalla).

Deciso salto di genere ed epoca con il terzo appuntamento del Festival, programmato venerdì 19 agosto. Il trio Calliope, formato da Gian Marco Solarolo all’oboe, Alfredo Pedretti al corno e Cristina Monti al pianoforte, eseguirà un programma incentrato sulle colonne sonore di celebri film. “La musica tra parole e immagini” propone pagine celebri di M. Nyman, G. Gershwin, N. Piovani, J. Williams, E. Morricone.

La chiusura del festival, venerdì 26 agosto, vedrà il ritorno al grande repertorio cameristico, con due artisti di grande esperienza e solida carriera internazionale: Silvano Minella al violino in duo con la pianista Flavia Brunetto. Il programma si aprirà con la Sonata op. 1 n 4 di Händel, a seguire la Sonata BWV 1014 di Bach (autore che ha un solidissimo legame con Sestri Levante, sede del Concorso Pianistico a lui dedicato che si svolge da 35 anni,e si è conquistato una posizione di vertice in Italia). La serata si chiuderà con la splendida Sonata op. 13 di Grieg, che ha ispirato il titolo “Tesori e leggende del nord”.

I concerti si svolgeranno presso la sala Agave del complesso dell’Annunziata, in via Portobello a Sestri Levante, con inizio alle ore 21,15. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria al n° 3664876633 (dalle 14,30 alle 16,30) o alla mail festivalestivosestri@libero.it a partire da 7 giorni prima di ogni concerto.

L’apertura della sala è alle 20,30. Non sarà consentito l’ingresso a spettatori non prenotati e dopo l’inizio del concerto.

L’uso della mascherina non è obbligatorio (salvo nuove disposizioni ministeriali), è tuttavia raccomandato.

È possibile avere notizie dettagliate sui programmi e sugli interpreti, visitando il sito dedicato all’indirizzo http://festivalestivo.altervista.org dove è possibile visionare il dettaglio delle modalità di ingresso e tenersi aggiornati sulle future iniziative musicali.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter