Attualità
Rifiuti

Gestione rifiuti nel Tigullio. Regione, sindaci e sindacati territoriali a confronto il 5 maggio a Casarza  

L’incontro è promosso dal sindaco Giovanni Stagnaro e dal consigliere comunale e regionale Claudio Muzio. Sarà presente l’assessore regionale Giacomo Giampedrone

Gestione rifiuti nel Tigullio. Regione, sindaci e sindacati territoriali a confronto il 5 maggio a Casarza  
Attualità Sestri - Val Petronio, 21 Aprile 2022 ore 12:08

 

“Il futuro della gestione dei rifiuti nel Tigullio”. E’ questo il tema del momento di confronto tra Amministratori comunali e regionali del territorio che avrà luogo a Casarza Ligure il 5 maggio prossimo alle ore 18.00 presso l’auditorium di Villa Sottanis, via V. Annuti 36. All’incontro, promosso dal sindaco di Casarza L. Giovanni Stagnaro e dal consigliere comunale e regionale Claudio Muzio, sono invitati tutti i sindaci del bacino “Golfo del Tigullio” (Castiglione Chiavarese, Chiavari, Lavagna, Moneglia, Portofino, Rapallo, Santa Margherita Ligure, Sestri Levante, Zoagli oltre a Casarza L.) e del bacino “Fontanabuona” (Bargagli, Carasco, Cicagna, Cogorno, Coreglia Ligure, Davagna, Favale di Malvaro, Leivi, Lorsica, Lumarzo, Moconesi, Neirone, Orero, San Colombano Certenoli, Tribogna). Sono invitati anche i consiglieri regionali del Tigullio, di maggioranza e opposizione, e le organizzazioni sindacali territoriali. Sarà presente l’assessore regionale all’Ambiente e al Ciclo dei Rifiuti, Giacomo Giampedrone.

“Abbiamo promosso questo momento di confronto sul delicato tema del futuro della gestione dei rifiuti nel Tigullio con l’obiettivo di approfondire quelle che saranno le novità in materia”, dichiarano il sindaco di Casarza Ligure Giovanni Stagnaro e il consigliere comunale e regionale Claudio Muzio. “Il momento è quello giusto – proseguono - poiché la trattazione in Commissione regionale sul disegno di legge proposto dalla Giunta è stata posticipata al mese di settembre. Vi è quindi il tempo per una discussione costruttiva, che ha come finalità da un lato quella di tutelare gli interessi dei territori coinvolti e dall’altro quella di evitare situazioni di conflitto istituzionale”.

“La presenza dell’assessore Giacomo Giampedrone - sottolineano ancora Stagnaro e Muzio - consentirà di disegnare il quadro generale della situazione e di chiarire i punti che fino ad oggi non sono stati sviscerati fino in fondo. Ringraziamo l’assessore per la sua partecipazione e per la sua dichiarata disponibilità a valutare istanze e proposte che dovessero emergere nel corso del confronto. La volontà è quella di trovare soluzioni condivise e ragionevoli”, concludono.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter