Migranti

Giornata Mondiale del Rifugiato, una settimana di iniziative

"Al di qua del mare" il nome dato alle iniziative che si terranno da lunedì 14 a sabato 19 giugno. Organizzate dalle cooperative Agorà, Il sentiero di Arianna e Villaggio del Ragazzo. Qui il programma completo

Giornata Mondiale del Rifugiato, una settimana di iniziative
Attualità Sestri - Val Petronio, 13 Giugno 2021 ore 09:40

Nella settimana dal 14 al 20 giugno 2021 si terrà "Al di qua del mare", una serie iniziative in presenza e online ideate per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato.

Una settimana di iniziative

Gli eventi, patrocinati dal Comune di Sestri Levante, sono organizzati dagli enti gestori del Progetto SAI di Sestri Levante e Castiglione Chiavarese (Coop. Agorà, Coop. Il Sentiero di Arianna, Villaggio del Ragazzo) grazie al supporto logistico di Mediaterraneo Servizi e in collaborazione con: Coop. Zucchero Amaro, Ass. Verità e Giustizia: Il Tigullio per i Diritti, Sistema Bibliotecario Urbano Di Sestri Levante, Caritas Diocesana, Anpi di Sestri Levante, Ass. Popoli Solidali, Pro Loco Di Castiglione Chiavarese, Ass. Il Tè delle Donne del Mondo, Ass. L’Italia che R-Esiste Tigullio.

Il programma

Si inizia lunedì 14 giugno con la proiezione in streaming (online fino al 16 giugno) del  documentario "Tutti i nostri affanni", un film distribuito dal collettivo ZaLab che racconta le storie di persone migranti alle prese con la pandemia e le restrizioni che tutti abbiamo sperimentato: un palazzo di Torino nel quartiere di San Salvario diventa un’unica finestra su tanti mondi diversi e lontani, tutti accomunati dalla stessa incertezza, dalla stessa preoccupazione per il futuro, dallo stesso rifugiarsi negli affetti più intimi, per fronteggiare la precarietà del presente. Il link sarà disponibile gratuitamente e su richiesta.

Sempre da lunedì 14 e sino a domenica 20, presso le biblioteche cittadine di Sestri Levante e Riva Trigoso, verrà allestito un angolo di consigli di lettura “migranti” selezionati con cura dal personale delle biblioteche e a disposizione di chiunque abbia voglia di approfondire le tematiche che ruotano intorno alle migrazioni e ai diritti.

Si prosegue giovedì 17 giugno, alle ore 18:30 presso la Sala Polivalente della Biblioteca del mare di Riva Trigoso,  "Storie di chi parte e di chi resta", un incontro pubblico con il dottor Gaddo Flego e il mediatore culturale Jean Paul Shemeza, per parlare di migrazioni, diritti, storia e attualità. L’incontro sarà introdotto e facilitato dalla dottoressa Paola Pastorelli, giornalista del Secolo XIX.

Sabato 19 giugno, infine, alle ore 20:45 presso la Sala Agave dell’ex Convento dell’Annunziata di Sestri Levante, sarà allestito lo spettacolo teatrale "Coccodrilli" (di Michele Fiocchi e Fabio Geda). La rappresentazione è ispirata al libro "Nel mare ci sono i coccodrilli". Storia vera di Enaiatollah Akbari, che narra la storia di un bambino divenuto ragazzo durante un lungo viaggio, pieno di ostacoli, da un paese in guerra e senza futuro verso la meta del proprio sogno di libertà, senza mai perdere la speranza di poter arrivare.

Gli organizzatori

Dichiara Alessandra Governa, operatrice del Sentiero di Arianna: “In un momento in cui avere speranza sembra fuori moda, "Al di qua del mare" vuole essere un gesto concreto di resistenza all’indifferenza e anzi, di rilancio, verso la costruzione di un senso ampio di comunità”. Prosegue Susanna Oliva, coordinatrice della struttura SAI (Sistema Accoglienza Integrato) di Sestri Levante della Cooperativa Agorà: “La Giornata del Rifugiato è un’occasione di approfondimento e conoscenza degli aspetti reali del fenomeno migratorio e dei processi di integrazione che ne derivano; una lettura critica e vera, non fondata su pregiudizi e luoghi comuni, ma sull’incontro con l’altro, con la sua storia e la sua verità. Al di qua del mare è una occasione preziosa per ascoltare le storie, perché come dice Enaiatollah, “la storia è importante. Quello che ti cambia la vita è ciò che ti capita”. Conclude Federica Sambuceti, coordinatrice Area Migranti del Villaggio del Ragazzo: “Celebrare la Giornata del Rifugiato anche dopo questo periodo così buio, caratterizzato dalla paura e dall’incertezza, vuole dire accendere una luce, e ricordarci che tutti gli esseri umani hanno uguali diritti di vivere in pace e in un luogo sicuro. "Al di qua del mare" ci spinge a pensare sempre di più al plurale “verso un Noi più grande, perché tutti abbiamo bisogno degli altri, nessuno si salva da solo”. E questo è anche l’augurio che ha lanciato papa Francesco nel messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2021”.

Tutti gli eventi sono gratuiti e fruibili solo su prenotazione per rispettare le misure di contrasto alla pandemia. Per ulteriori aggiornamenti è consultabile la pagina www.facebook.com/rifugiati2021, mentre per informazioni e prenotazioni è attiva l’email rifugiati2021@gmail.com.