Attualità
Sanità

Guardia medica, occhi puntati sulla carenza di medici nel Levante

Da 32 a 14 medici in Asl 4 nel corso dell'ultimo anno

Guardia medica, occhi puntati sulla carenza di medici nel Levante
Attualità Chiavari - Lavagna, 02 Gennaio 2023 ore 16:42

Guardia medica, occhi puntati sulla carenza di medici nel Levante.

Il commento del consigliere regionale Gianni Pastorino

L'attenzione è attualmente rivolta verso il tema in questione grazie al commento diffuso oggi, lunedì 2 gennaio, da Gianni Pastorino, capogruppo in consiglio regionale di Linea Condivisa.

«Nonostante l’impegno dei medici - esordice Pastorino -, nonostante siano state effettuate dal 24 al 26 dicembre (solo in Asl 3) 455 visite su 1065 chiamate, nonostante questo servizio sia in fortissima emergenza per la mancanza personale spesso costretto a coprire turni che hanno il 40% in meno di medici necessari, in questi giorni si è riuscito a fare peggio: in tutta l’Asl 4 solo una dottoressa ha coperto i turni. Parliamo di un territorio con un bacino di pazienti/utenti di circa 140 mila persone. Il 31 dicembre in Asl 3 ben 6 poli erano scoperti».

«Insomma - afferma Pastorino - se da una parte si è firmato (in ritardo) un accordo rispetto alla condizioni economiche dei medici di guardia medica, dall’altra non si fa nulla per migliorarne il servizio stesso di guardia medica in evidente difficoltà».

«A questo - continua - aggiungiamo poi la situazione difficile nei pronto soccorso liguri. Ma per Gratarola e Toti è importante dare numeri (peraltro sempre diversi) sull’operatività dei cosiddetti Flu Point come se questi strumenti non andassero integrati ma sovrapposti l’uno all’altro. Manca un’idea di programmazione della sanità in Liguria».

«Proprio per questi motivi - dice Pastorino - stamattina ho inviato un’urgente richiesta di convocazione dei Direttori Generali di San Martino, Galliera e delle Asl 3 e 4, unitamente ai responsabili operativi dei pronto soccorso stessi circa l’operatività e le difficoltà del personale dei pronto soccorso dell’area metropolitana genovese».

«Ma, certamente - conclude Pastorino -, la questione del servizio di guardia medica, delle difficoltà che stanno incontrando questi professionisti sanitari e dell’inefficienza delle decisioni assunte dall’assessorato saranno altresì al centro del dibattito in questi giorni».

Il punto della situazione comunicato dalla Asl 4

Sull'argomento, sempre oggi, lunedì 2 gennaio, si registra la presenza di una nota della Asl 4:

«La Direzione sociosanitaria e del Distretto di Asl 4 - si legge nella nota diffusa dalla stessa Asl - rassicurano che la turnazione dei medici sui sette poli di guardia medica della Asl 4 viene monitorata e gestita quotidianamente, ruotando al meglio i professionisti disponibili di volta in volta su tutti i poli così da poter garantire comunque la migliore copertura a tutto il territorio. Tutto questo senza pregiudicare la continuità assistenziale in funzione alla sede di dislocazione del medico».

«Resta evidente - è affermato in conclusione nella nota in questione -, nonostante tutte le azioni di reclutamento e di sostegno messe in atto, la grave carenza di medici, che rispetto ad un numero ottimale per garantire la copertura dei poli pari ad una trentina, contava al 31/12/21 medici titolari ed incaricati pari a n° 32 , mentre invece al 31/12/22 è di soli 14 medici , meno della metà».

 

Seguici sui nostri canali