Attualità
la replica

Lagomarsino: "Il Comune ha occupato il Lascito Cuneo senza avvisarmi"

"Ma ho preferito non fare polemiche", commenta lo storico e direttore onorario del Lascito

Lagomarsino: "Il Comune ha occupato il Lascito Cuneo senza avvisarmi"
Attualità Valli ed entroterra, 27 Agosto 2022 ore 11:38

Renato Lagomarsino, storico e cultore delle tradizioni locali, un simbolo della cultura in Val Fontanabuona, direttore onorario del Lascito Cuneo di San Colombano Certenoli, replica a seguito della nota con cui Claudio Solari, capogruppo di "Territorio e sviluppo", lamentava l'estromissione di Lagomarsino dagli eventi di Expo Fontanabuona.

"Ritengo di dover precisare - spiega Lagomarsino - che ufficialmente, sia per iscritto sia a voce, non ho ricevuto alcuna comunicazione da parte degli Uffici comunali. Sono stato nominato "Direttore onorario” con delibera di Giunta del 17 ottobre 2003, riconfermata per ragioni burocratiche con delibera dell’8 novembre 2007, e non mi risulta vi sia stata alcuna revoca.  Sono in possesso delle chiavi del Lascito e posso accedervi quando ne ho necessità.

La mia “estromissione” riguarda le iniziative organizzate in occasione di Expo Fontanabuona e tuttora in corso. Infatti, senza esserne stato in alcun modo informato, il Comune ha ritenuto di occupare per iniziative proprie, e nello stesso periodo, le due sale espositive del Lascito Cuneo. Non mi è rimasto che trovare una diversa soluzione: l’area del sagrato di San Lorenzo e un locale gentilmente concesso dalla Direzione dell’Istituto Comprensivo al piano terra dell’adiacente edificio scolastico. Senza alcuna mia rimostranza e senza fare polemica. Fedele al mio mondo di vedere: che quando si trova un ostacolo è sempre meglio aggirarlo piuttosto che affrontarlo".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter