Menu
Cerca
CHIAVARI

Liceo Luzzati, docenti e studenti chiariscono la vicenda

Il comunicato diffuso dal Consiglio d'Istituto del Liceo Artistico in merito alla possibile cessione di spazi da parte dell'Istituto al Liceo Da Vigo

Liceo Luzzati, docenti e studenti chiariscono la vicenda
Attualità Chiavari - Lavagna, 04 Giugno 2021 ore 08:13

Il testo del comunicato diffuso dal Consiglio d'Istituto del Liceo Artistico Luzzati del 30 maggio scorso in merito alla possibile cessione di spazi da parte dell'Istituto al Liceo Da Vigo, che cerca aule per la sua succursale chiavarese.

Luzzati, docenti e studenti chiariscono la vicenda

"Il Consiglio di Istituto del Liceo artistico Luzzati di Chiavari, riunitosi con convocazione straordinaria venerdì 28 maggio alle ore 14,30, approva esostiene la protesta degli studenti che venerdì 28 maggio sono scesi per le strade della nostra città a dimostrare il loro dissenso alla dissennata politica della Città Metropolitana di Genova che intende portar via alLiceo alcuni spazi per cederli al Liceo Da Vigo che purtroppo dopo 2 anni non ha ancora una sede per la sua succursale nel territorio del
Comune di Chiavari.
Il Consiglio di Istituto ribadisce inoltre che:
1) all'interno del Liceo Luzzati non ci sono spazi inutilizzati, come erroneamente abbiamo sentito dichiarare in questi giorni, ad eccezione dell’ex laboratorio di ebanisteria, dove già era stato ipotizzato dalla dirigenza la realizzazione di un laboratorio di scenografia, che manca ai nostri studenti e non ancora realizzato solo a causa della pandemia e della mancanza dei fondi necessari per le opere di trasformazione;
2) il nostro Dirigente, arch. Gianfranco Spaccini, non ha siglato nessun accordo con la Città Metropolitana di Genova e i suoi tecnici, nonostante da più parti si voglia far credere che Egli sia consenziente alla cessione delle aule richieste. Il dirigente si è complimentato con i tecnici della città metropolitana dal punto di vista progettuale, ma ha
ribadito che non c’è condivisione né da parte sua né da parte degli organi collegiali riguardo le proposte avanzate da città metropolitana.
3) la Commissione Orari del Liceo Luzzati si è riunita per lavorare alla realizzazione di un orario scolastico per il prossimo anno, ipotizzando la mancanza delle aule richieste da città metropolitana e ha dichiarato che sarebbe possibile far quadrare le ore (35 settimanali) e la turnazione sui laboratori solo aggiungendo altri 2 rientri pomeridiani che
diverrebbero, così, 4 rientri pomeridiani settimanali. Si vuole chiedere questo sacrificio a studenti e famiglie?

4) dopo due anni scolastici in cui i nostri ragazzi hanno avuto la sola possibilità di una scuola a metà (a causa della pandemia e della successiva impossibilità a vivere adeguatamente le attività laboratoriali a causa delle norme anti-Covid) dobbiamo continuare a penalizzarli? Gli avevamo promesso una scuola reintegrata nelle sue funzioni ed
ora???
Di fronte all’amara considerazione di una politica che impone dall’alto le sue scelte sulla pelle dei nostri ragazzi, noi Consiglio d’Istituto del Luzzati, non riteniamo di dover essere complici di tali decisioni, pertanto con forza ci opponiamo alla cessione di spazi del nostro Liceo ad altre istituzioni scolastiche".

E' possibile firmare la petizione creata su change.org da Marta Rosafio, Presidentessa del comitato studentesco al link http://chng.it/Zd2Cv79P