Attualità
PERSONAGGIO

Moneglia ha dato i natali a Florentino Ameghino

Non ci sono più dubbi nemmeno per la prestigiosa enciclopedia Treccani

Moneglia ha dato i natali a Florentino Ameghino
Attualità Sestri - Val Petronio, 17 Ottobre 2021 ore 17:05

Non ci sono più dubbi, nemmeno per la prestigiosa Enciclopedia Treccani: è Moneglia ad aver dato i natali  a Florentino Ameghino. Grazie all’interessamento del paleontologo Alberto Boscaini, giunto nel borgo ad agosto per svolgere ricerche sulle origini dello scienziato vissuto a cavallo tra ‘800 e ‘900, i dati relativi alle vere origini di Ameghino sono stati finalmente corretti.

Moneglia ha dato i natali a Florentino Ameghino

Da tempo, infatti, l’Argentina indicava in Luján, località dove la famiglia dello studioso emigrò nella seconda metà dell’800, il luogo in cui ebbe i natali Ameghino. Grazie alle ricerche di Rita Migliaro nell’archivio parrocchiale di Tessi, seguite da una lettera che lo scrittore Mario Dentone aveva fatto pervenire a Papa Francesco Bergoglio, si era venuti in possesso dell’atto di nascita di Ameghino, nato a Tessi nel 1853. E’ stato proprio Boscaini a contattare la Treccani affinchè provvedesse a correggere queste informazioni, sulla scia della lettera che l’Amministrazione comunale, in collaborazione con Dentone, ha recentemente indirizzato al sindaco di Luján e ai docenti dell’Università di Buenos Aires per informarli che, presto, sulla facciata dell’abitazione in cui nacque Ameghino verrà apposta una targa commemorativa. «Presto questa Amministrazione comunale – si legge nella missiva – con l’intento di perpetuare la memoria del grande scienziato italoloargentino, qui dove nacque e dove fu battezzato come da atto di Battesimo della Parrocchia di San Saturnino di Moneglia,esporrà una targa in pietra proprio sulla facciata della sua casa natale». E ancora: «Ameghino è gloria argentina e mondiale, e Moneglia è orgogliosa di condividere con Luján, con Buenos Aires e con tutta la cultura argentina questa gloria, per cui invitiamo le vostre illustri comunità a uno scambio continuo di informazioni e aggiornamenti, sempre nell’intento di tenere viva questa memoria». Lo scienziato nato a Tessi è considerato uno dei più influenti naturalisti e paleontologi del mondo.