Attualità
diocesi di chiavari

Nuove nomine all'Istituto Diocesano Sostentamento Clero

L'ente ecclesiastico civilmente riconosciuto che gestisce il proprio patrimonio per garantire un reddito congruo e dignitoso ai Sacerdoti, fornendo inoltre servizi assistenziali e previdenziali al Clero

Nuove nomine all'Istituto Diocesano Sostentamento Clero
Attualità Chiavari - Lavagna, 04 Gennaio 2023 ore 12:05

Nuove nomine all'Istituto Diocesano Sostentamento Clero della diocesi di Chiavari, ente ecclesiastico civilmente riconosciuto che gestisce il proprio patrimonio per garantire un reddito congruo e dignitoso ai sacerdoti, fornendo inoltre servizi assistenziali e previdenziali al Clero.

Le nomine

Il vescovo diocesano, mons. Giampio Devasini (nella foto), ha nominato presidente e legale rappresentante dell’Istituto Diocesano Sostentamento Clero il geometra Mauro Miaschi. Nato a La Spezia il 27 marzo 1965, Miaschi ricopre oggi l’incarico di Vice presidente dello stesso Istituto. Succederà a mons. Gianlorenzo Borzini che ha presentato la rinuncia all’Ufficio, accettata dal vescovo.

Contestualmente sono stati nominati come vice presidente il dottor Gianluigi Cogozzo, nato a Chiavari il 2 settembre 1957 e ad oggi membro del consiglio di amministrazione dello stesso ente, e come nuovo componente del consiglio di amministrazione mons. Enrico Bacigalupo, nato a Chiavari il 28 dicembre 1942, attuale rettore del Santuario di Sant’Antonio in Chiavari.

Le tre nomine avranno decorrenza dal prossimo 1° febbraio.

Restano confermati nel consiglio di amministrazione il geometra Stefano Solari, nato a Santa Margherita Ligure il 4 luglio 1975, e l’avvocato Lorenza Rosso, nata a Genova il 18 maggio 1962, eletta dal Consiglio Presbiterale. Fanno parte del Collegio dei Revisori dei Conti come presidente il dottor Sebastiano Rezzano, nato a Lavagna il 23 settembre 1964, il dottor Davide Bernardello, nato a Sestri Levante il 14 gennaio 1966, eletto dal Consiglio Presbiterale, e il dottor Alvaro Gandolfo, nato a Sestri Levante il 17 aprile 1950. Tutti resteranno in carica sino al 31 dicembre 2025.

Seguici sui nostri canali