Menu
Cerca
Rapallo

Occupazione suolo pubblico, previste le proroghe

Per le concessioni con termine al 30 giugno è certa la proroga automatica: manca solo la definizione della nuova scadenza, che verrà resa nota nel documento al vaglio della giunta comunale nei prossimi giorni

Occupazione suolo pubblico, previste le proroghe
Attualità Rapallo - Santa Margherita, 09 Giugno 2021 ore 14:22

È in fase di predisposizione la delibera che prevede ulteriori misure di sostegno alle attività di ristorazione e ai pubblici esercizi a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. L’intento è quello di prorogare la possibilità ai titolari di pubblici esercizi di somministrazione di usufruire temporaneamente delle aree pubbliche inutilizzate disponibili in prossimità ai locali. L’input arriva dal sindaco Carlo Bagnasco, con l’obiettivo di sostenere il più possibile la ripresa del comparto commerciale ed economico della città.

 

Per le concessioni con termine al 30 giugno è certa la proroga automatica: manca solo la definizione della nuova scadenza, che verrà resa nota nel documento al vaglio della giunta comunale nei prossimi giorni.

Per quanto riguarda le concessioni scadute il 2 giugno i titolari dei locali, se interessati all’ulteriore proroga, dovranno necessariamente inoltrare nuovamente una richiesta di occupazione temporanea di suolo pubblico all’Ufficio Protocollo del Comune di Rapallo.

 

«Gli uffici hanno svolto un lavoro eccezionale per supportare e agevolare, per quanto di competenza del Comune, le attività commerciali fortemente colpite dalle conseguenze della pandemia da Covid-19 - evidenzia il primo cittadino Bagnasco - Posso assicurare che i provvedimenti adottati non erano scontati: la nostra amministrazione comunale, in questo senso, ha fatto davvero tutto quanto nelle sue possibilità per andare incontro alle richieste degli operatori. Ringrazio pertanto gli assessori al Bilancio Antonella Aonzo e alla Polizia Municipale Franco Parodi, il consigliere al Commercio Giorgio Tasso e gli uffici comunali che hanno seguito con grande attenzione la pratica».