Attualità
Rigenerazione urbana

Oggi in Consiglio comunale il progetto di fattibilità per il parcheggio nell'area ex Enel

Un'opera ambiziosa, che a questo punto, attende solo il via libera del Consiglio comunale

Oggi in Consiglio comunale il progetto di fattibilità per il parcheggio nell'area ex Enel
Attualità Golfo Paradiso, 15 Settembre 2022 ore 11:08

Un'operazione di rigenerazione urbana che amplierà l'offerta di posti auto, con attenzione all'inserimento ambientale e alla mobilità sostenibile. E' l'obiettivo della Giunta comunale di Recco che ha dichiarato fattibile e rispondente all'interesse pubblico la proposta di progettazione tecnico-economica relativa alla realizzazione del parcheggio d'interscambio in via Roma nell'area ex Enel. La costruzione dell'infrastruttura prevede l'attivazione di partenariato pubblico-privato mediante proposta di locazione finanziaria di opere pubbliche e contestuale presentazione del progetto esecutivo. Un'opera ambiziosa, che a questo punto, attende solo il via libera del Consiglio comunale, assemblea che si riunirà questo pomeriggio.

"Una scelta fondamentale che consente alla nostra città di dotarsi di un parcheggio in una zona strategica della città e pensato come area di interscambio con i bus. Per la realizzazione delle opere si provvederà attraverso l'apporto di capitali privati. Con il passaggio in Consiglio comunale avviamo un percorso che consentirà alla città di avere infrastrutture importanti per la mobilità. Manteniamo così gli impegni presi con la cittadinanza" dichiarano il sindaco Carlo Gandolfo e l'assessore ai lavori pubblici Caterina Peragallo.
Il nuovo parcheggio d'interscambio sarà realizzato nell'area ex Enel di  in via Roma ed è destinato a cambiare il volto della zona: tre piani (di cui uno interrato) per 120 posti auto, circondato da piante sempreverdi e in grado di ospitare pannelli fotovoltaici. Il progetto è curato da un pool di ingegneri e architetti.

L’opera in via Roma verrà realizzata con la formula del leasing in costruendo, un partenariato pubblico privato, in cui l'operatore privato si impegna a finanziare la progettazione esecutiva, la costruzione, la manutenzione ordinaria e straordinaria per un periodo di anni 20, per un investimento di 3.528.745 euro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter