Attualità
Camogli

Partiti i lavori per l'adeguamento dell'edificio scolastico

Il progetto di adeguamento è stato affidato alle architette Valentina Forno e Alessandra Tuo.

Partiti i lavori per l'adeguamento dell'edificio scolastico
Attualità Golfo Paradiso, 30 Novembre 2021 ore 08:36

Partiti la settimana scorsa i lavori di adeguamento dell’edificio scolastico.
Grazie alla partecipazione a un bando caratterizzato da tempi tecnici molto ristretti durante la settimana di ferragosto che ha visto la collaborazione dell’Ufficio Tecnico con l’assessora alla Pubblica Istruzione Elisabetta Abamo, sono stati ottenuti circa 120 mila euro di finanziamento. Il progetto di adeguamento è stato affidato alle architette Valentina Forno e Alessandra Tuo.
Per quanto riguarda la terrazza della scuola è prevista la messa in sicurezza della ringhiera, l’installazione di una rete di protezione e la realizzazione di una struttura ombreggiante: su richiesta delle insegnanti - e in accordo con la Dirigente scolastica e compatibilmente con le regole dettate dalla Sovrintendenza - la struttura, di circa sei metri di lunghezza per tre di larghezza, è stata ideata in modo da ospitare al suo interno anche sedute per gli alunni, oblò e un percorso tattile e didattico, e al contempo lascia
la piazza spaziosa per il gioco libero dei bambini. Si tratta di un importante risultato che incontra le esigenze manifestate dalle insegnanti per ottimizzare e fruire di uno spazio
all’aperto dedicato alla didattica anche nelle giornate particolarmente soleggiate o ventose.
L’atrio della scuola sarà trasformato: ristrutturata tutta la pavimentazione, tinteggiate le pareti e attrezzate per ospitare i lavori degli alunni con bacheche colorate; verrà
completamente rifatto il cancello e reso esteticamente compatibile con la struttura scolastica; l’intercapedine verrà ripulita e tenuta separata dallo spazio atrio, che potrà così
essere utilizzato per attività didattiche outdoor. Il finanziamento servirà anche per realizzare un locale compartimentato a uso magazzino per il materiale di consumo che sarà a norma, anche in funzione del Certificato Antincendi che la Scuola ha ottenuto grazie al lavoro sinergico dell’Ufficio Tecnico e dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione.