Attualità
Ambiente

Primo Giro d'Italia di plogging a Chiavari, il bilancio

Domenica 22 maggio una settantina di partecipanti si sono radunati al parco Rensi

Primo Giro d'Italia di plogging a Chiavari, il bilancio
Attualità Chiavari - Lavagna, 25 Maggio 2022 ore 09:54

In occasione della 18° tappa del “Primo giro d’Italia di plogging”, organizzata a Chiavari dal gruppo di volontari “PuliAMO sentieri”, domenica 22 maggio una settantina di partecipanti si sono radunati al parco Rensi; tra questi una decina di scout milanesi e una trentina di studenti del liceo Marconi-Delpino, coinvolti dalla prof.essa Patrizia Colì.

La raccolta

L’attività ha previsto un giro ad anello raccogliendo i rifiuti incontrati lungo il proprio cammino.

Prima della partenza, alcuni dipendenti di Aprica, la ditta che si occupa dello smaltimento dei rifiuti nella nostra città, hanno provveduto alla distribuzione di sacchi, guanti e pinze telescopiche a tutti i partecipanti, mentre la Protezione Civile della Croce Verde Chiavarese si è occupata della distribuzione di acqua in cartone, un’alternativa sostenibile alle classiche bottiglie di plastica ed anche adatta a successivi riutilizzi.

La raccolta è iniziata proprio dal parco Rensi, e già nel primo tratto del lungo Entella i sacchi hanno cominciato a riempirsi di rifiuti vari, tra i quali alcuni ingombranti, come una sedia, alcune ruote di bicicletta e uno pneumatico.

Spiega il gruppo:

"Prima di cominciare abbiamo simbolicamente chiesto ai partecipanti di raccogliere in sacchetti separati i mozziconi di sigarette in modo da riunirli tutti insieme, al termine del percorso, in un grande contenitore di vetro. È stato di grande impatto per tutti vedere come sarebbero serviti almeno altri due contenitori di pari dimensioni per contenerne veramente il numero raccolto!"

Giunti nuovamente alla base, i sacchi ormai pieni di rifiuti sono stati consegnati ai dipendenti di Aprica per il corretto smaltimento.

E concludono:

" Durante la cerimonia di chiusura abbiamo previsto una premiazione simbolica, in cui noi organizzatori abbiamo consegnato a ciascun partecipante una medaglia, costruita con le nostre mani utilizzando esclusivamente materiali riciclati. Lo scopo di questa iniziativa è stato, infatti, dare il buon esempio e dimostrare che, nella tutela dell’ambiente, tutti siamo vincitori quando facciamo la nostra parte!

Di seguito abbiamo previsto la messa a dimora di un leccio, donatoci da Vivai Gaggero, e la presentazione di una targa commemorativa dell’evento, donataci dall’Osservatorio Raffaelli, che noi volontari avevamo affisso e coperto con un telo già il giorno precedente.

È stato un grande onore per tutti noi poter organizzare l’unica tappa ligure di questo evento, che ha coinvolto e continuerà a coinvolgere diverse realtà di volontariato impegnate nella tutela dell’ambiente sparse per tutto lo stivale. Ancora di maggiore soddisfazione è stato vedere i sorrisi dei partecipanti quando hanno veramente realizzato il frutto della loro pulizia. Speriamo che questo sia un incentivo per la cittadinanza intera a mantenere inalterato lo stato del percorso e a evitare nuovi spargimenti di rifiuti nella nostra amata cittadina.

Ringraziamo caldamente il Comune di Chiavari, che ha patrocinato l’evento, Aprica, la Protezione Civile, l’Osservatorio Raffaelli, la Croce Bianca di Mezzanego e Vivai Gaggero per il supporto dato. Un ringraziamento speciale va a tutti i partecipanti ed in particolare agli studenti del Marconi-Delpino, che ormai da qualche tempo prendono parte alle nostre iniziative".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter