Attualità
Poste italiane

Rosanna e Valentina, le due nuove postine di Rapallo

La selezione dei neoassunti è avvenuta tra il personale che ha già lavorato in passato come portalettere o addetto allo smistamento con uno o più contratti a tempo determinato e per una durata complessiva di almeno 6 mesi. 

Rosanna e Valentina, le due nuove postine di Rapallo
Attualità Rapallo - Santa Margherita, 17 Marzo 2022 ore 14:54

 Nuove assunzioni nel levante ligure

A partire dai primi di marzo nuovi portalettere sono entrati in servizio nei centri di recapito della provincia genovese: 2 in forza presso centro di distribuzione di Rapallo: Valentina Perrella e Rosanna Laccisaglia

 

La selezione dei neoassunti è avvenuta tra il personale che ha già lavorato in passato come portalettere o addetto allo smistamento con uno o più contratti a tempo determinato e per una durata complessiva di almeno 6 mesi.

Attraverso queste assunzioni, prosegue l’impegno di Poste Italiane nel creare nuove opportunità di lavoro nel nostro Paese anche in un biennio segnato dall’emergenza sanitaria ed economica.

Rosanna ha 32 anni e si avvia a completare gli studi universitari in Scienze Farmaceutiche Applicate. Ha iniziato il suo percorso in Poste Italiane a tempo determinato, dopo la candidatura on line in Abruzzo,  sua terra d’origine, e oggi, dopo l’assunzione definitiva, risiede a Rapallo  “Aver ottenuto un contratto a tempo indeterminato in una realtà grande come Poste Italiane è certamente gratificante, oltre che un importante traguardo che mi permette indipendenza personale, possibilità di crescita professionale e di progettualità concreta”

Valentina invece ha 37 anni, vive a Chiavari ed è diplomata in Ragioneria. Per un periodo della sua vita ha abitato proprio davanti al Centro Distribuzione Chiavari “...vedevo partire tutte le mattine e mi sono detta perché non provo anch’io? Così ho compilato la candidatura on line e, nel giro di qualche mese sono stata contattata.  Dopo il periodo di portalettere a tempo determinato,  ora sono molto soddisfatta di questa assunzione stabile perché è un lavoro molto dinamico, per una grande realtà che permette ottime prospettive di sviluppo. Sicuramente ora sento di poter affrontare il futuro con più serenità.”

 

Le politiche attive concordate con le Organizzazioni Sindacali fanno fronte al naturale turnover generazionale, ma soprattutto contribuiscono a realizzare in modo efficace le strategie delineate nel piano industriale, in particolare per quanto riguarda l’attuale organizzazione del recapito, pensata non solo per la consegna della posta, ma anche per rispondere ai nuovi bisogni dei cittadini e per cogliere tutte le opportunità offerte dalla crescita dell’e-commerce grazie anche ad una maggiore flessibilità e ad un’estensione degli orari di consegna.

 

Poste Italiane nel Levante può contare su una rete di distribuzione articolata in 5 Centri e presidi di distribuzione e un modello di recapito innovativo al servizio dei cittadini che garantisce le consegne su tutto il territorio provinciale.

Oltre alla logistica tradizionale, la distribuzione di Poste può contare sulla rete Punto Poste, l’insieme di attività commerciali che offrono i servizi di ritiro e spedizioni pacchi, che vede coinvolte tabaccherie, bar, cartolerie, negozi ed edicole presso le quali è possibile ritirare i propri acquisti in modo semplice e veloce.

Seguici sui nostri canali