Attualità
deleghe

Sestri Levante: assegnate tre nuove deleghe ai consiglieri comunali Ciotoli, Dell'Uomo e Ovindo

Ghio: "L’importanza che la partecipazione, la sostenibilità e la legalità rivestono nella nostra azione ci ha indotto a creare tre deleghe ad hoc"

Sestri Levante: assegnate tre nuove deleghe ai consiglieri comunali Ciotoli, Dell'Uomo e Ovindo
Attualità Sestri - Val Petronio, 06 Agosto 2021 ore 11:53

Si è svolta questa mattina la consegna delle tre nuove deleghe che la sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio, ha deciso di affidare a Luca Ciotoli, Gabriel Dell’Uomo e Gabriele Ovindo, tre consiglieri under 35 dei gruppi di maggioranza “Viviamo Sestri” e “Valentina Ghio sindaco”.

Le deleghe

A Luca Ciotoli viene assegnata la delega in materia di "Partecipazione e scambio intergenerazionale" che ha l’obiettivo di favorire i rapporti intergenerazionali, per attuare azioni concrete di miglioramento della comunità attraverso la promozione e il coordinamento del confronto tra giovani e le altre generazioni.

"Politiche per la sostenibilità. Mobilità sostenibile - spazio pubblico, bene pubblico" per Gabriel Dell’Uomo, per lavorare alla realizzazione di una "rigenerazione verde" del vivere cittadino favorendo tutte le azioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi della Politica Ambientale del Comune di Sestri Levante e assicurare l’attuazione delle buone pratiche di sviluppo sostenibile definite dai 17 Sustainable development goals dell’Agenda 2030 e della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile.

Gabriele Ovindo invece riceve la delega in materia di “Promozione e sostegno della legalità, costituzione della Consulta della Legalità. Promozione e diffusione delle attività sportive". All’interno di questa delega si svilupperà la collaborazione con le associazioni già operative nell'ambito della legalità per costituire una Consulta della Legalità che rappresenti la sintesi delle attività già realizzate in passato e il punto di partenza per l'organizzazione di nuove iniziative per promuovere il rispetto della legge e la libertà. Inoltre la delega è volta a favorire la gestione dei rapporti con gli enti e le associazioni sportive del territorio e il migliore utilizzo degli spazi pubblici destinati allo sport.

Le parole di Valentina Ghio

“Guardiamo al futuro con il coinvolgimento attivo di alcuni dei nostri consiglieri più giovani su tematiche che rappresentano un punto focale della nostra politica amministrativa – dichiara la sindaca Ghio -. L’importanza che la partecipazione, la sostenibilità e la legalità rivestono nella nostra azione ci ha indotto a creare tre deleghe ad hoc che affidiamo a consiglieri che in questi anni hanno dimostrato capacità e propositività e che sono certa sapranno seguire queste tematiche con l’impegno a cui ci hanno abituati in questi anni. A loro vanno i migliori auguri di buon lavoro da parte mia e di tutta l’amministrazione”.

Parlano Ciotoli, Dell'Uomo e Ovindo

Commenta Luca Ciotoli: “L’obiettivo della mia delega è creare una comunità in cui tutti possono esprimere la propria visione di città e confrontarsi con gli altri per realizzare una città all’altezza delle nostre idee. In questi anni è già stato fatto tanto, ma la partecipazione è un compito che non finisce mai. Non vedo l’ora di iniziare”.

Ringrazio la Sindaca per la fiducia che mi ha accordato. Sento pienamente la responsabilità che ciò comporta e non vedo l'ora di iniziare questo nuovo percorso – commenta Gabriel Dell’Uomo -. I temi legati alla sostenibilità ambientale e alla valorizzazione del bene pubblico sono fondamentali per il presente del nostro Comune ma soprattutto la sfida che dobbiamo affrontare per il futuro. Valorizzare e sfruttare in maniera sostenibile il nostro territorio ci consente di viverlo al meglio. Non vedo l'ora di iniziare a lavorare con gli uffici ma soprattutto con i cittadini, mettendo sempre al primo posto il dialogo e l'ascolto con tutti”.

Conclude Gabriele Ovindo: “Sono contento di queste deleghe perché riguardano tematiche e mondi a me vicini e nei quali spero di poter portare un contributo significativo. È una gratificazione nel percorso da consigliere e una responsabilità nei confronti di tutta la comunità, per me e anche per tutto il gruppo consiliare che rappresento, con cui condividiamo le idee e le scelte da sostenere. Non vedo l’ora di mettermi in gioco”.