Attualità
portofino

"Un parco di idee", successo per l'iniziativa di Carannante sul futuro Parco di Portofino

Sono arrivate oltre 90 mail di idee e suggerimenti sui confini del Parco da parte di escursionisti e cittadini

"Un parco di idee", successo per l'iniziativa di Carannante sul futuro Parco di Portofino
Attualità Rapallo - Santa Margherita, 02 Ottobre 2021 ore 14:34

Prosegue l'iniziativa “un parco di idee” promossa dai Comitati Spontanei, per la realizzazione di un parco condiviso, per offrire quindi la possibilità a tutti i cittadini di intervenire, proporre e/o suggerire.

Attivata una e-mail dedicata

"In questi primi quindici giorni - spiega il promotore, Andrea Carannante - in cui è stata attivata un e-mail dedicata sono arrivate circa 90 “lettere”, alcune davvero interessanti e comunque tutte messe agli atti per arrivare ad una sintesi, per un parco davvero condiviso.

Molti escursionisti hanno riferito e documentato l'importanza della continuità sentieristica, supportata sia da valide motivazioni naturalistiche che dalla storicità e importanza dei percorsi.
Citato più volte il sentiero di Caravaggio - Montallegro oggi tra quelli più conosciuti e battuti dai turisti italiani e stranieri che da Chiavari arrivano a Camogli passando dall’Anchetta, Montallegro, Manico del Lume,Caravaggio".
Modifiche vengono suggerite seguendo le logiche dei Comuni interessati.

"Altre proposte - prosegue - si riferiscono a Leivi, alle aree boschive presenti sul versante est del Monte Anchetta e del valico omonimo a confine con il Comune di Zoagli;  per San Colombano Certenoli si tratta delle aree boschive situate sul versante nord del M. Groppo, delimitate dal crinale che fa da confine con il Comune di Zoagli e, a ovest, dal fossato di Vallefredda, che fa da confine con il Comune di Coreglia.  In entrambi i casi non vi sono abitazioni, per cui non dovrebbero esservi motivi di preoccupazione dettate dalle norme di tutela. Vi sono, al contrario, ragioni di carattere ambientale, ma anche culturale in senso lato, che ne possono giustificare l’inclusione entro una delimitazione che dovrà essere determinata e concordata con le amministrazioni dei due Comuni.

Altri suggeriscono orari di accesso e limitazioni a mezzi motorizzati in alcune zone. Insomma, una partecipazione attiva, in molti casi anche molto specifica  che vale la pena di ascoltare e valorizzare per una questione così cruciale come il futuro del Parco di Portofino.
Invitiamo i cittadini a proseguire e inviarci suggerimenti e proposte alla e-mail comitatispontanei@libero.it, perché la partecipazione e la condivisione sarà la vera ricchezza del nuovo Parco di Portofino".