A Mezzanego il ricordo della Resistenza

«Una giornata importante nel segno del ricordo di quanti hanno combattuto nelle nostre valli per ridare la libertà al nostro episodi che non devono essere dimenticati»

A Mezzanego il ricordo della Resistenza
Valli ed entroterra, 08 Settembre 2018 ore 17:04

«Una giornata importante nel segno del ricordo di quanti hanno combattuto nelle nostre valli per ridare la libertà al nostro episodi che non devono essere
dimenticati».

Giovanni Boitano è intervenuto stamane, sabato 8 settembre, durante la cerimonia voluta dal Comune di Mezzanego e dal Circolo FIAP Calogero – Capitini di Genova in ricordo dei partigiani di Mezzanego nel 75^ anniversario dell’8 settembre. Con Boitano sono intervenuti Danilo Repetto, sindaco di Mezzanego, Annalisa Cafferata assessore Unione dei Comuni Valli dell’Entella, Giorgio Canepa, consigliere comunale di Chiavari e Luigi Fasce presidente del Circolo Guido Calogero Aldo Capitini.
Riccardo Pagliettini, componente del Circolo FIAP, ha consegnato un mazzo di fiori a Tiziana Ginocchio figlia della partigiana Rita di Mezzanego, una targa ricordo ai Comuni di Mezzanego e Rezzoaglio e Bruno Garaventa autore del libro “Cronaca della Brigata CAIO”.

Garaventa ha poi raccontato le gesta della coraggiosa formazione partigiana “CAIO” e del suo comandante Ernesto Poldrugo “Istriano” con particolare riferimento alle 11 giornate di lotta della brigata, contro i nazifascisti e parte del 1° reggimento della Divisione Monterosa, nei giorni precedenti al 25 aprile 1945.
Una storia appassionante, la liberazione da parte delle brigate partigiane di: Borgonovo di Mezzanego, Mezzanego, Terrarossa di Carasco e la cittadina di Carasco. Garaventa ha infine ricordato tutti i nomi dei partigiani e patrioti nati nel Comune di Mezzanego.