A Santa Margherita lo sport non ha handicap

Ventesima edizione per la manifestazione socio sportiva promossa da Aspal Liguria

A Santa Margherita lo sport non ha handicap
Rapallo - Santa Margherita, 10 Maggio 2018 ore 18:59

Giunge alle 20esima edizione la manifestazione socio-sportiva “Lo Sport non ha Handicap”, organizzata dall’Associazione Paratetraplegici Liguria.

Il programma a Santa Margherita

Quest’anno in occasione del ventennale l’organizzazione ha voluto aggiungere una giornata e cercato di coinvolgere più realtà associative che si occupano di sport e disabilità per sottolineare quanto per ogni persona sia importante praticare una disciplina sportiva a prescindere dalle capacità fisiche e/o psichiche residue, sia per il benessere del corpo che della mente e quanto sia utile confrontarsi con gli altri ed aprirsi a nuovi orizzonti.

Venerdì 11 maggio 2018
Dalle ore 10,30 triangolare di calcio Villaggio del ragazzo, Anffas Chiavari tigullio est, Anffas Rapallo tigullio ovest. A seguire esibizione di sitting volley con ragazzi provenienti dalla toscana guidati da Roberto Marangone.
Dalle ore 11,00 esibizione scherma paralimpica di giovani atleti di Chiavari scherma guidati dal sig. Falcini.
Alle 13/13,30 rinfresco buffet offerto dal comune di Portofino. Premiazione calcio.
Alle ore 16,00 esibizione di sitting volley e Trofeo di scherma paralimpica con rappresentative di Torino, Savona, Chiavari, Pisa.

Sabato 12 maggio 2018
Dalle ore 9,30 al palazzetto dello sport Triangolare di basket in carrozzina federato FIPIC B.I.C. Genova – I Bradipi Bologna – Polisportiva Parma.
In contemporanea ai giardini a mare prosegue esibizione di sitting volley.

Domenica 13 maggio
Dalle ore 11,00 presso i giardini a mare (in caso di maltempo presso Ostello Colombo) premiazione.

Il presidente di Aspal Antonio Cucco ringrazia l’Amministrazione comunale di Santa Margherita Ligure, quella di Portofino, l’Ascom e tutti i suoi associati, l’Associazione albergatori e tutti i suoi aderenti, nonché l’Associazione Pescatori Dilettanti, l’Avis e tutti i suoi volontari, «senza i quali non sarebbe possibile dare vita a queste speciali giornate di solidarietà e sport».

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità