Abbandona rifiuti da demolizione: scatta la denuncia

Su segnalazione dei cittadini, sanzionato anche chi usava i cestini stradali come pattumiera domestica

Abbandona rifiuti da demolizione: scatta la denuncia
Cronaca Golfo Paradiso, 22 Luglio 2019 ore 14:30
Mattonelle in ceramica, mattoni, plastica, involucri per materiali edili e cemento sono stati abbandonati per strada invece di essere correttamente smaltiti. Un grosso scarico abusivo di rifiuti provenienti da attività di demolizione è stato individuato in Valle della Né dagli operatori della Idealservice e segnalato alla Polizia Locale di Recco. Gli agenti, dopo una minuziosa attività d’indagine, sono riusciti a risalire al responsabile che ora rischia da una sanzione molto salata a una denuncia penale. Anche nell’ultima settimana, sono proseguiti senza sosta i sopralluoghi della Polizia Locale per arginare e sanzionare il fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti sul suolo e nelle aree pubbliche della città. Su segnalazione dei cittadini, e in seguito individuato dai filmati delle telecamere di videosorveglianza, gli agenti hanno anche incastrato il “furbetto” seriale della spazzatura che, invece di lasciare il sacchetto nel cassonetto dedicato all’uso, era abituato da tempo ad abbandonare i rifiuti domestici in un cestino “da passeggio” di via Marconi.  Il disinvolto sporcaccione sarà sanzionato come previsto dal Regolamento Comunale, relativamente alle modalità di conferimento dei rifiuti.

“Recco – commentano il Sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore all’Ambiente Edvige Fanin – non merita di essere trattata in questo modo. Nessuno pensi di utilizzare lo spazio pubblico come fosse una discarica. In particolare, l’abbandono sul suolo di materiali edili rappresenta un rischio per l’ambiente e quindi per la salute dei cittadini.  Abbiamo chiesto alla polizia locale di moltiplicare gli sforzi per risalire agli autori di comportamenti che colpiscono tutta la comunità”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli