Spazio Aperto di via dell’Arco

Alla scoperta dei piatti liguri

La proroga del concorso

Alla scoperta dei piatti liguri
Rapallo - Santa Margherita, 07 Settembre 2020 ore 15:42

L’Associazione Spazio Aperto di via dell’Arco comunica che è stato spostato al 1 novembre 2020 l’adesione al concorso “Alla riscoperta dei piatti liguri” dedicato alla cucina ligure e ai suoi piatti più rappresentativi.

“Alla riscoperta dei piatti liguri” è il titolo dell’iniziativa che coniuga la cucina con l’arte. I candidati, infatti, non si dovranno limitare a proporre una ricetta ma anche a realizzare graficamente, con tecnica a piacere, il piatto tra quelli in elenco.

Gli elaborati selezionati saranno riprodotti su sei piastrelle in ceramica (20×20) a formare composizioni di cm. 60X40. Le sei composizioni verranno composte in un unico pannello decorativo che misurerà cm. 180 x 80 intelaiato e incorniciato, che potrà essere esposto in luoghi aperti al pubblico.

Le iscrizioni, dunque, si chiuderanno il 1 novembre 2020, mentre per la consegna dell’elaborato c’è tempo fino al 1 dicembre 2020.

Di seguito l’elenco dei piatti tra cui scegliere:

1) Pansoti alla salsa di noci.

2) Trofie al pesto

3) Testaroli

4) Focaccia ligure

5) Farinata

6) Cappon magro

7) Brandacujun

8) Cima alla genovese

9) Zuppa di pesce alla ligure

10) La buridda

11) Torta pasqualina

12) Torta di riso

13) Frisceu

14) Le focaccette fritte

15) Panissa fritta

16) Zemin

17) Ravieu o tocco

18) Mandilli de sea

19) Anciòe pinne

20) O laete doce

21) Canestreletti

22) Panella

23) Castagnaccio

24) Pandolce genovese

Il concorso è a partecipazione libera e gratuita. Chi vuole partecipare deve mandare una mail a spazioaperto.sml@alice.it con nome, cognome, contatti e con indicato i piatti che vorrebbe interpretare.

“Alla riscoperta dei piatti liguri” è organizzato in collaborazione con l’hotel Regina Elena e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Santa Margherita Ligure.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità