Zoagli

Anche Zoagli si prepara per il Natale

La Corte dei Conti monitora il bilancio

Anche Zoagli si prepara per il Natale
Cronaca Chiavari - Lavagna, 29 Novembre 2020 ore 13:50

La Corte dei Conti continua a monitorare il bilancio. Il borgo si prepara al Natale affrontando la pandemia e la crisi finanziaria.

Zoagli

Si riconfermano le ripercussioni provocate dal ‘buco di bilancio’, (393mila euro di disavanzo,) ereditato della passata giunta Rocca che ancora per tutto il prossimo anno penalizzerà la nuova amministrazione e gli zoagliesi. La conferma viene dal primo cittadino Fabio De Ponti che riferisce di aver ricevuto notizie dalla Corte dei Conti che monitora la situazione finanziaria del borgo.

“Ci hanno comunicato – spiega il sindaco – che continueranno a controllare come gestiamo la finanza pubblica, anche il prossimo anno, sempre sparando che non ci chiedano indietro gli interessi”.

E poco consola sapere che la vecchia giunta dovrà risarcire il Comune – comunicazione del revisore Contabile – letta al primo consiglio comunale, in riferimento alla sentenza che condanna per ‘Danno Erariale’ l’ex giunta Rocca: il sindaco, gli assessori, i responsabili dell’area tecnica, per gli incarichi tra il 2013 e il 2018. L’ente è tenuto, tra obblighi e divieti, come il blocco a nuove assunzioni, a rideterminare le indennità di funzione e i gettoni di presenza, con una riduzione del 30%, del presidente, dell’ex sindaco e i vecchi componenti della giunta in carica negli anni della violazione (2016-2017). L’ultima variazione di bilancio è stata approvata all’unanimità in consiglio comunale, lunedì sera 16 novembre, così da poter affrontare i lavori al Castellaro e in passeggiata di Levante, compartecipando alle spese, per la maggior parte pagate dal Governo, grazie ai contributi della Protezione Civile dovuti al maltempo di fine 2018, per la passeggiata e dalla Regione, per il Castellaro.

“Arriva Natale – prosegue il sindaco e per abbellire la nostra cittadina, il massimo che potremmo spendere è intorno ai 7mila euro, tra luminarie e alberi. Un albero sarà posizionato sulla piazza, altri più piccoli nelle frazioni. Modeste anche le luminarie, però quest’anno dobbiamo accontentarci”.

Era prevista anche una manifestazione a Villa Vicini, ma gli organizzatori, confrontandosi con l’amministrazione, hanno scelto di rinviare tutto a tempi migliori, anche considerando la situazione epidemiologica da Covid-19. Confermato il ‘Presepe in mostra’. Si tratta dell’allestimento nel locale di proprietà comunale in via XX Settembre che si ripete anche per questo Natale, a cura di Rinaldo Cappadonna, che ha chiesto al Comune di poter usufruire dei locali. Trattandosi di un’iniziativa a carattere culturale e turistico senza alcun impegno di spesa da parte dell’amministrazione, l’iniziativa è stata accolta, con rispetto delle normative anti Covid. Intanto sui social nasce l’iniziativa: ‘compra nei negozi del borgo’. Commercianti e artigiani come Giuseppe Gaggioli delle seterie hanno iniziato a immortalare le loro creazioni così da far girare l’economia del paese, senza rivolgersi a ‘colossi’ online, bensì supportando la propria comunità.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità