Menu
Cerca
il fatto

Anti-abortisti a Montallegro, sarà inaugurato un "Arco della Vita"

Il Movimento per la Vita del Tigullio inaugurerà l'opera il prossimo 22 maggio

Anti-abortisti a Montallegro, sarà inaugurato un "Arco della Vita"
Cronaca Rapallo - Santa Margherita, 14 Maggio 2021 ore 15:47

Sabato 22 maggio 2021, presso il santuario di Nostra Signora di Montallegro a Rapallo, verrà inaugurato alla presenza delle autorità, l’Arco della Vita Madonna dei Bambini, fortemente desiderato dal rettore don Gianluca Trovato. L’Arco della Vita, ospitato nella cappella di san Giuseppe, consta di un arco ligneo (offerto e realizzato dalla falegnameria del Centro San Salvatore – Villaggio del Ragazzo di Cogorno), appositamente creato per accogliere i fiocchi della nascita dei bambini e delle bambine che verranno così affidati alla Vergine.

L'opera realizzata dal laboratorio di falegnameria del Villaggio del Ragazzo

Dichiara Patrizia Achilli, presidentessa del Movimento per la Vita del Tigullio:

«L’iniziativa, in collaborazione con Movimento per la Vita del Tigullio, con il patrocinio del Comune di Rapallo e sponsorizzata dal Centro Latte Tigullio, è stata suscitata dagli incontri di preghiera al santuario il giorno 22 di ogni mese dei cenacoli di Casa Betlemme, fondata da Flora Gualdani, l’ostetrica di Arezzo che, nel 2017, tenne al Centro Benedetto Acquarone un’indimenticabile conferenza/testimonianza dal titolo “La grandezza della maternità nella Madonna e in ogni donna”.

Sarà recitato un "rosario per la vita" prima della messa di Pentecoste

Alcuni dei suoi oblati parteciperanno alla recita del “Rosario per la Vita” meditato, che alle 15:30 aprirà l’evento. Alle 17:00, seguirà la concelebrazione solenne della santa messa della vigilia della Pentecoste, presieduta dal rettore del santuario, animata dai piccoli cantori del Coro Emiliani “Le voci del Tigullio”.

Il Movimento per la Vita, con questo speciale “Arco per la Vita” vuol testimoniare la sacralità della maternità, nella Madonna – che accoglie nelle sue fibre il Dio che si fa uomo, rendendo visibile l’invisibile –, ma anche in ogni donna, confermando il mistero stupefacente della vita.»