Anziana muore dopo litigio con l’ex nuora, l’autopsia non chiarisce i dubbi

Marina Fabbri è morta una settimana fa nella sua casa di Lumarzo

Anziana muore dopo litigio con l’ex nuora, l’autopsia non chiarisce i dubbi
Valli ed entroterra, 05 Dicembre 2019 ore 07:36

L’autopsia effettuata ieri sul corpo di Marina Fabbri all’ospedale San Martino di Genova non chiarisce i dubbi. Occorreranno una trentina di giorni per ottenere il risultato degli esami specifici. I carabinieri della compagnia di Chiavari, indagano sulla morte della 75enne avvenuta una settimana fa nella sua casa a Lumarzo dopo un litigio con la ex nuora. A darne notizia l’edizione odierna de Il Secolo XIX.

Marina Fabbri è morta una settimana fa nella sua casa di Lumarzo

Secondo quanto appurato dai militari, la 22enne sarebbe piombata a casa dell’anziana perché aveva visto l’ex convivente e il figlioletto di 11 mesi in compagnia della nuova fidanzata di lui. La ragazza si sarebbe chiusa nella stanza con la donna che aveva il nipotino in braccio, e avrebbe iniziato a litigare. Il figlio e il marito avrebbero sentito le urla e dopo alcuni istanti un tonfo. Quando sono entrati in camera hanno trovato la ragazza con il piccolo in braccio e la donna a terra morta. La giovane avrebbe raccontato che l’anziana sarebbe caduta mentre lei era girata e stava uscendo dalla stanza. Due le ipotesi al vaglio degli inquirenti: o la donna, con problemi cardiaci, potrebbe avere avuto un malore in seguito al litigio oppure potrebbe essere caduta perché la ex nuora le avrebbe strappato dalle braccia il piccolo facendole perdere l’equilibrio.

Dai una mano a
Sono ormai settimane che i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano senza sosta per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio.
Tutto questo gratuitamente, senza chiedere nulla in cambio.
Viviamo di pubblicità. Una risorsa che è venuta a mancare nelle ultime settimane a causa delle conseguenze dell'emergenza CoronaVirus.
Per questo ci rivolgiamo a te. Ti chiediamo di sostenere il tuo quotidiano online con un contributo volontario.
Ci aiuterà a superare questo momento, continuando a informarti.
Grazie.

Scegli il tuo contributo: