Menu
Cerca

Asilo Merello a Zoagli, cittadini e famiglie chiedono un incontro urgente

Destinatari, il presidente Regione Liguria  Giovanni Toti, il sindaco di Zoagli Franco Rocca, il consiglio di amministrazione Asilo Merello  (presidente, consigliere in carica e consiglieri dimissionari).

Asilo Merello a Zoagli, cittadini e famiglie chiedono un incontro urgente
Rapallo - Santa Margherita, 16 Aprile 2019 ore 11:00

Una richiesta di incontro pubblico urgente circa la situazione dell’asilo Merello di Zoagli: la richiedono in una lettera i cittadini residenti, famiglie autoctone e famiglie insediatesi decenni fa, le famiglie nuove e cittadini frequentatori. Destinatari, il presidente Regione Liguria  Giovanni Toti, il sindaco di Zoagli Franco Rocca, il consiglio di amministrazione Asilo Merello  (presidente, consigliere in carica e consiglieri dimissionari).

La lettera

Diverse le opzioni per l’incontro: o oggi, martedì 16 aprile alle ore 21, o il 23 o il 30 aprile, sempre alle 21. Ecco la lettera.

“Noi cittadini residenti, famiglie autoctone e famiglie insediatesi decenni fa’, noi famiglie nuove, noi cittadini frequentatori abituali, appreso delle dimissioni dei sigg.ri dott.Grillo Ruggieri, dott. Bavestrello, sig. Rinaldi e della richiesta, da parte di un perito, di appuntamento per valutazione dell’immobile e relativa messa in asta dell’asilo, invitiamo i signori destinatari di questa nostra lettera ad un incontro pubblico – con moderatore esterno – al fine di essere aggiornati sulla grave condizione dell’asilo Merello e definirne il futuro.

Abbiamo, all’inizio della crisi, ascoltato il Comune asserire l’impossibilità di elargire contributi (sempre elargiti) ed abbiamo ascoltato la Fondazione asserire che i contributi fossero sempre dovuti ma non più arrivati. Desideriamo questa volta, al contrario di quei precedenti incontri pubblici durante i quali mai le due parti (Comune e Fondazione) sono stati contemporaneamente presenti, che l’incontro sia con tutti gli attori, anche i nuovi Consiglieri dimissionari, affinché si possa appurare immediatamente la indiscutibilità di ogni affermazione e giungere ad un percorso univoco, possibilmente condiviso con la Cittadinanza.

Chiediamo quindi, presidente Toti, La Sua presenza in quanto sia la Regione che debba indicare la successiva procedura Avvertiamo, sempre più reale, il depauperamento dei servizi all’infanzia: asilo chiuso, campi sportivi inattivi, mancanza di spazi di aggregazione dedicati alla gioventù e leggiamo di soluzioni di spostamento della scuola in container! (per ristrutturazione edificio). Anche l’asilo Merello NO!

E’ tempo che i cittadini abbiano la parola perché l’asilo Merello è patrimonio culturale storico degli Zoagliesi, non un mero e necessario servizio. La valenza di questa istituzione, che sfiora il centenario, è Identità Storica di Zoagli, ogni Zoagliese vi si riconosce. Desideriamo la scuola materna come Fondazione Merello, neanche una ipotetica subentrante anonima scuola dell’infanzia paritaria! Ed in quella sede! Non vogliamo che l’immobile della Fondazione venga messo all’asta! Vogliamo preservare l’identità di Zoagli, l’asilo Merello è nato per gli Zoagliesi, in epoca ante-turismo.

Dissentiamo dalla visione di Zoagli unicamente turistica, Zoagli vive in inverno con i suoi bambini! Chiuso l’asilo, si estingueranno la scuola elementare e media faticosamente nata, non vogliamo un paese morente e non vogliamo immobili scolastici all’asta o con modifiche di destinazione d’uso.

Confidiamo di potere essere noi stessi finalmente ascoltati per voce del dott. Cesare Macciò. I bambini sono il patrimonio di Zoagli! Proponiamo come sede la sala consigliare del Comune e indichi Lei Governatore la data, tra le 3 proposte, compatibile con i Suoi impegni, tenuto conto che il 6 maggio 2019 alle h.15:30 l’asilo verrà visitato per perizia scopo asta. La ringraziamo dell’attenzione per Zoagli che non vuole essere solo turistica ma viva di famiglie giovani e bambini che vi crescano sereni”.

Firmato,  Rossella Procaccini (residente privata) e il dott. Cesare Macciò (portavoce cittadini) Alla richiesta di incontro urgente si aggiungono i seguenti cittadini – in ordine alfabetico: Elena Assandri, Anita Bacigalupo, Elisa Bardi, Angelo Bianchetti, Nicola Bottani, Grazia Callori, Giacomo Canale, M Chiara Canepa, Liuccia Casaretto, Daniela Cavanenghi, Laura Cevasco Daniela Ciampolini, Christina Sundin Coli, Giuliana Coli, Pierluigi Coli, Giusy Cucinella, Gavino Therese Cubeddu, Fabio De Ponti, Linda Ferrari, LauMaria Pia Gambéro, Marco Ghiozzi, Biljana Jevtovic, Elena Lagani, Dario Marangoni, Marisa Marin, Laura Masneri, Benedetta Modesti, Anna Nickel, Rita Nichel, Cristina Ogliari, Sabina Olcese, Anita Oneto, Giuseppina Palermo, Cesare Piaggio, Carla Piazza, Carlo Queirolo, Angela Rabagliati, Paolo Ragusa, Anna Rossi, Federica Rota, Anna Solari e Barbara Stella.

Condividi