Atp, autisti a scuola d’inglese: i corsi al via dal Tigullio

«Tassello per fare entrare il trasporto pubblico nel nuovo millennio»... e per evitare le scene alla Totò, Peppino e la Malafemmina

Atp, autisti a scuola d’inglese: i corsi al via dal Tigullio
Valli ed entroterra, 07 Marzo 2018 ore 09:06

Corsi di inglese per il personale di Atp: si parte da Rapallo, Santa Margherita e Portofino.

Garbarino:«Tassello per fare entrare il trasporto pubblico nel nuovo millennio»

Che in Italia si sia incredibilmente indietro nella diffusione della lingua inglese non è una novità, si tratta ormai di uno stereotipo che ispira parodie un po’ in tutto il mondo. Ma per una nazione a tale vocazione turistica è un problema non da poco, che danneggia il settore stesso rendendo difficoltosa la fornitura di servizi ai turisti stessi. L’organizzazione di lezioni di inglese ai propri dipendenti da parte di Atp, dunque, sono un piccolo ma importante contributo per ovviare almeno in parte al problema nel Tigullio.

Le iscrizioni ai corsi di inglese sono già partite: sono rivolti ai dipendenti di Atp Esercizio e sono ovviamente organizzati su base volontaria. I primi a poter partecipare alle lezioni di lingua inglese sono gli autisti e gli addetti alla biglietteria che fanno riferimento alla zona di Rapallo, Santa Margherita e Portofino, anche se poi l’iniziativa sarà estesa a tutto il territorio della Città Metropolitana, entroterra compreso.

Le prime adesioni sono già arrivate e, stando ai dati arrivati alla sede di Carasco, la possibilità di imparare l’inglese ha trovato il gradimento dei dipendenti. «E’ un altro tassello per fare entrare il trasporto pubblico nel nuovo millennio, così come ci ha chiesto il sindaco metropolitano Marco Bucci. Abbiamo voluto iniziare dalla linea più turistica tra quelle interessate dalla rete di trasporto Atp – spiega il consigliere delegato alla Città Metropolitana Claudio Garbarino – ovviamente i corsi per i dipendenti sono del tutto gratuiti e anche per l’azienda si tratta di un impegno a costo zero, visto che il budget è già previsto, finanziato e spendibile alla voce “formazione”. Sarebbe bello che la stessa iniziativa venisse portata a termine ad esempio anche su un’altra linea “turistica” con molti stranieri a bordo, come quella che collega all’aeroporto Cristoforo Colombo. In questo caso siamo disponibili a collaborare con Amt».

Per quanto riguarda le modalità del corso di formazione, le lezioni si svolgeranno nella sede di Carasco, verranno svolte da personale qualificato di una scuola di lingue che svolge la propria attività a Genova e in provincia. I dipendenti coinvolti nella prima tranche saranno una trentina e altrettanto saranno le ore programmate. Come detto, il personale coinvolto sarà quello impiegato alla guida della linea Portofino-Santa Margherita-Rapallo e alle biglietterie del Tigullio. «Ma dopo questa prima fase – aggiunge il presidente di Atp Esercizio Enzo Sivori – anche altri comprensori verranno interessati da corsi di formazione».

Nella speranza che sempre meno turisti debbano trovarsi a vestire i panni di Totò e Peppino che volevan… volevàn savoir, per andare dove volevano andare, per dove dovevano andare.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità