Atp, maxi operazione anti evasione, tra Tigullio, Ponente ed entroterra: mille controlli, 30 verbali,10 oblazioni

Verifiche notturne a Portofino

Atp, maxi operazione anti evasione, tra Tigullio, Ponente ed entroterra: mille controlli, 30 verbali,10 oblazioni
Cronaca Chiavari - Lavagna, 21 Giugno 2019 ore 08:49

In coincidenza con l’inizio dell’estate Atp ha svolto una maxi operazione sulla propria rete. Con 4 squadre di controllori, si è proceduto alla prima verifica intensiva della stagione che ha portato a verificare il permesso di viaggio per circa 1.000 passeggeri.

Verbali e controlli in tutto il Levante

Per tutta la giornata e poi anche alla sera fino a mezzanotte gli agenti verificatori hanno elevato oltre 30 verbali, con 10 oblazioni. La maxi operazione ha interessato il levante tra Rapallo e Portofino durante il giorno e poi Chiavari, Sestri Levante, Casarza nelle ore dopo il tramonto. Controlli a tappeto anche tra Voltri e Masone, Arenzano e nell’entroterra.

 

Ulteriori controlli nelle prossime giornate

Nelle prossime giornate Atp intensificherà ulteriormente le azioni di verifica a bordo dei propri autobus ed alle fermate, al fine di contrastare il fenomeno dell’evasione tariffaria. In particolare saranno al lavoro fino all’una di notte le squadre di controllori tra Santa Margherita e Portofino, soprattutto nelle fine settimana. Le squadre di controllori, coordinate da Angelo Rolleri, aumenteranno l’attività con l’arrivo dell’estate, ampliando l’orario delle verifiche anche alla sera e ai fine settimana.

I controlli non vanno in ferie

«Abbiamo un gruppo molto attivo e dinamico, presente sul territorio sia in riviera sia nelle vallate – conferma Andrea Geminiani, direttore amministrativo – i controlli non vanno in ferie ma vengono potenziate d’estate, nell’ambito di quel piano regionale di lotta all’evasione che viene svolto sotto l’egida Città Metropolitana. Per il tratto Portofino-Santa che è uno dei più frequentati di sera e alla notte, i controllori hanno anche il compito di garantire la sicurezza oltre che quello di stroncare il fenomeno dell’evasione. I biglietti, del resto, si possono acquistare anche a bordo e dunque non ci sono giustificazioni per chi viaggia a scrocco».

Le sanzioni

Si rammenta pertanto l’importanza di essere sempre muniti di idoneo e valido titolo di viaggio (biglietto obliterato o abbonamento) al fine di evitare di incorrere nelle sanzioni amministrative previste dalla L.R. 36/2012 (da un minimo di erro 60 per pagamento entro 5 giorni dalla notifica fino ad euro 90 per pagamento entro 60 giorni; trascorsi inutilmente anche questo termine verranno attivate le procedure di riscossione tramite ruolo Equitalia per l’importo di euro 280 oltre spese ed interessi). Si ricorda che il Verificatore Titoli di viaggio è Pubblico Ufficiale ed Agente di Polizia Amministrativa; false dichiarazioni di identità sono sanzionabili penalmente.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli