Caos autostrade

Autostrade, continua il girone infernale

Confermata la chiusura oggi anche dell'uscita di Rapallo, mentre le code interminabili sono ormai all'ordine del giorno e nessuna soluzione si intravede all'orizzonte

Autostrade, continua il girone infernale
Rapallo - Santa Margherita, 05 Luglio 2020 ore 08:09

Ormai è quasi scontato dirlo, ma anche ieri sulla rete autostradale ligure, e in particolare in A12 per quanto riguarda il Levante, è stata una giornata orribile per gli automobilisti. E le difficoltà potranno solo continuare.

Autostrade, continua il girone infernale

Confermata infatti per oggi la chiusura del casello di Rapallo, in uscita in direzione Livorno, che si aggiunge – sempre nella medesima direzione, a quelli di Lavagna e Genova Nervi. E nella notte fra lunedì e martedì chiuderà, in entrambe le direzioni fra le 22 e le 6, anche il casello di Chiavari.

Dall’impasse non sembra possibile uscire: Aspi sostiene di avere le mani legate, i tempi da rispettare per effettuare i controlli alle gallerie impongono questo numero di cantieri e relative chiusure e disagi sulla tratta. Da canto proprio il Ministero nega si possano offrire altre proroghe, alla luce dei gravissimi incidenti avvenuti sulla rete autostradale ligure (prima fra tutti, ovviamente, la tragedia del Ponte Morandi) e dei segnali di degrado che diverse gallerie avevano mostrato negli scorsi mesi. E benché il governatore ligure Toti lamenti non si siano pianificati con maggiore razionalizzazione gli interventi, preparando una “scala di criticità” sì da intervenire prima solo su quelle più urgenti evitando così il collasso totale, e persino le Pubbliche Assistenze del Tigullio abbiano deciso di fare causa a Società Autostrade, non sembrano vedersi spiragli.

Una situazione che ha del drammatico – inevitabile o meno che sia -: assurda non solo per chi deve spostarsi per lavoro, ma anche per chi vive di turismo, come tanti in Liguria. Se lockdown e pandemia globale non fossero stati sufficienti a sferrare una ferita mortale agli operatori turistici della nostra regione, la paralisi autostradale che stiamo vivendo e l’inevitabile ricaduta che questa avrà sulla possibilità – e volontà – dei turisti di raggiungere le nostre riviere potrebbe diventare il colpo di grazia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità