Barbiturici come droga, denunciato

Barbiturici come droga, denunciato
25 Agosto 2017 ore 14:48

Usava barbiturici come droga, denunciato per detenzione a fini di spaccio.

264 pastiglie di barbiturici come droga, fermato dalla polizia

«Sono medicinali che uso perché non riesco a prendere sonno durante la notte». Così si è giustificato un 32enne agli agenti del commissariato di Polizia di Chiavari che la scorsa settimana sono intervenuti in corso Buenos Aires a Lavagna.
In una delle vie più trafficate della cittadina, in una serata calda d’agosto, è parcheggiata un’automobile dove a bordo ci sono, oltre al 32enne, anche un 23enne e due ragazze di appena 17 anni. E non solo. Perché i poliziotti trovano all’interno del mezzo a quattro ruote anche due blister di Gardenale (un tipo di barbiturico), del Valium e uno spinello nascosto frettolosamente dentro il cartone della pizza che i ragazzi stavano mangiando seduti all’interno della macchina. A celare maldestramente la canna il 23enne, preoccupato per l’arrivo inaspettato degli agenti.

L’uomo di 32 anni è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre il ragazzo di 23 anni è stato segnalato per lo spinello alla Prefettura di Genova. Le 264 pastiglie di barbiturici, il Valium e la canna sono state sequestrate.
I barbiturici sono usati in medicina come sedativi, ipnotici e antiepilettici. I consumatori abituali, generalmente, ne iniziano l’uso su prescrizione medica ma la proseguono anche dopo che sono cessate le indicazioni.
L’abuso di barbiturici è tipico dei tossicomani da oppiacei o dei consumatori di anfetamine che li utilizzano come sostituti. Sul mercato clandestino si trovano sotto forma di pastiglie, compresse e capsule di vario colore e dimensioni e vengono assunti per via orale o per iniezione endovenosa o intramuscolare.
Gli effetti sono senso di benessere, rilassamento e calo delle inibizioni. La dipendenza fisica è alta e quella psichica è molto forte. La sindrome di astinenza, paragonabile a quella da oppiacei, è caratterizzata da ansia, tremori, contrazioni muscolari involontarie, vertigini, nausea e vomito.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità