Chiusure covid

“Basta pressapochismo, il comparto merita rispetto”

L'assessore regionale Berrino interviene sull'ennesimo stop del Governo che blocca anche gli impianti di risalita, la cui riapertura era prevista oggi lunedì 15 febbraio

“Basta pressapochismo, il  comparto merita rispetto”
Cronaca Valli ed entroterra, 15 Febbraio 2021 ore 07:59

 

“Dopo il passaggio in zona arancio per alcune regioni, tra cui la Liguria, che ha colpito i ristoratori a poche ore dal pranzo di San Valentino facendo buttare a mare migliaia di euro di acquisti effettuati, il vecchio ministro Speranza e il nuovo governo Draghi colpiscono ancora inesorabilmente! Il 15 febbraio gli impianti di risalita avrebbero dovuto riaprire e invece 24 ore prima prendono la decisione opposta. Basta! Basta con questo pressapochismo e cambiamenti repentini”, lo afferma l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino (nella foto sotto). 

 

“In Liguria anche Santo Stefano d’Aveto era pronto ad aprire. E invece no: contrordine”

“Il comparto turistico in generale e quello del turismo invernale – continua Berrino – in particolare in questa stagione, meritano rispetto e programmazione. In Liguria anche Santo Stefano d’Aveto era pronto ad aprire. E invece no: contrordine”.

E conclude: “Come assessore al Turismo di regione Liguria chiedo rispetto e sono certo che il Governatore Toti non farà mancare la sua voce in difesa di un comparto ingiustamente tartassato e punito da decisioni Incomprensibili nei tempi e nei modi”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli