Biodigestore di Isolona, Bucci dice stop

Dopo gli emendamenti presentati da Simone Ferrero ed Elio Cuneo

Biodigestore di Isolona, Bucci dice stop
Valli ed entroterra, 29 Luglio 2018 ore 18:57

Ci volevano un ginecologo Simone Ferrero e un veterinario Elio Cuneo per fare stralciare dal Piano metropolitano dei rifiuti, approvato mercoledì 18 luglio a Palazzo Doria Spinola, il biodigestore di Orero. Era stato inserito nel Piano dalla precedente amministrazione guidata da Marco Doria con disappunto degli abitanti di Orero e di buona parte dei fontanini.

La proposta avanzata nel 2014

L’inserimento era arrivato a fronte della proposta avanzata nel 2014 dalla società “Errebi immobiliare srl” di Chiavari. Si trattava di realizzare un impianto di nuova generazione in grado di sostenere un bacino di circa 90mila abitanti.  Questo era stato sufficiente per inserire nel Piano la possibilità di realizzare il biodigestore nonostante in vallata sia già presente quello del Rio Marsiglia. L’allora consigliere delegato all’ambiente metropolitano Enrico Pignone aveva in più di un’occasione cercato di tranquillizzare i fontanini, puntualizzando come l’inserimento nel Piano non voleva dire che poi l’impianto sarebbe sorto. Al massimo aveva consigliato di raccogliere le firme di quanti erano contrari. Una posizione che ricordava tanto il Ponzio Pilato di lontana memoria. Tant’è i residenti non erano tranquilli e sollecitavano il sindaco ad adottare dei provvedimenti.

Elio Cuneo ha sollevato il problema: sospiro di sollievo

Ora è arrivata la bella notizia, Elio Cuneo ha sollevato il problema e la maggioranza, con tempismo e astuzia, l’ha fatto proprio. Se il sindaco Marco Bucci verrà in vallata in occasione dell’inaugurazione dell’Expo Fontanabuona Tigullio, avranno l’occasione di ringraziarlo, con buona pace di Doria.