Boitano a Favale: «Non dimentichiamo chi ha perso la vita per la nostra libertà»

Il consigliere regionale ha partecipato questa mattina, a Favale di Malvaro, alla cerimonia che ricorda l’esecuzione di 5 partigiani avvenuta il 22 dicembre 1944

Boitano a Favale: «Non dimentichiamo chi ha perso la vita per la nostra libertà»
Cronaca Valli ed entroterra, 22 Dicembre 2018 ore 14:30

Il consigliere Giovanni Boitano (Liguri con Paita), in rappresentanza del Consiglio Regionale, ha preso parte questa mattina, a Favale di Malvaro, alla cerimonia commemorativa a ricordo dei partigiani caduti nell’inverno 1944.

Boitano a Favale, l’importanza della memoria

«Quello del 1944 fu un tragico Natale nella Valle del Malvaro perché – spiega Boitano – mentre si avvicinava il momento della libertà, si moltiplicavano gli scontri tra i partigiani e i nazifascisti e tanti giovani persero la vita». Boitano ricorda il bombardamento di Barbagelata e Centonoci, compiuto dai soldati tedeschi della Wermacht e dagli alpini della Monterosa dal monte Caucaso. «Il 22 dicembre 1944 morivano così cinque componenti della Brigata Berto: Alfredo Carzino, Mario Chiesa, Battista Coppini, Luigi De Giovanni e Giovanni Napoli. Un mese prima – aggiunge – sul monte Pagliaro erano stati uccisi Giacomo Croce e Mario Ginocchio».

Nella commemorazione è stato ricordato anche il sacrificio di Bartolomeo Lusardi e Luigi Squeri, trucidati a Borgonovo di Mezzanego, e di Agostino Poggi, morto a Mauthausen pochi giorni prima della Liberazione. «Furono momenti difficili che i nostri vecchi – prosegue Boitano – hanno ancora bene impressi nella mente perché episodi del genere non si dimenticano, come non bisogna mai dimenticare quanti hanno combattuto e hanno perso la vita per permettere al nostro Paese di diventare libero e democratico».

Alla cerimonia erano presenti, fra gli altri, il sindaco di Favale Ubaldo Crino, Elio Cuneo in rappresentanza della Città metropolitana, numerosi sindaci e amministratori. Ornella Bisca dell’Anpi di Sestri Levante, ha tenuto l’orazione ufficiale. Ha partecipato il Gruppo Folk Favale “O Castello”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli