Boitano: «Favale un piccolo paese che nel segno del ricordo guarda al futuro»

Il consigliere regionale oggi alla Festa dei mestieri antichi e moderni

Boitano: «Favale un piccolo paese che nel segno del ricordo guarda al futuro»
Valli ed entroterra, 23 Settembre 2018 ore 15:12

«Favale un piccolo paese che nel segno del ricordo guarda con fiducia al futuro, la festa di oggi rappresenta l’ennesima dimostrazione della laboriosità della nostra gente».Così il consigliere regionale Giovanni Boitano, oggi domenica 23 settembre, “gioca in casa”, a Favale di Malvaro, dove si sta svolgendo la V^ edizione della Festa dei mestieri antichi e moderni. «Un impegno notevole che vede al lavoro tante persone – prosegue Boitano – e partecipi le numerose attività presenti sul territorio». In cabina di regia lo storico Gruppo Sparata 1896 con tutti i volontantari e l'insostituibile Enzo Pezzolo.

«Come ogni anno abbiamo iniziato con la giornata dell’Emigrante a giugno e finiremo a ottobre con la festa patronale di N.S. del Rosario – conclude Boitano – in questi mesi tante persone sono venute nella Valle del Malvaro che pur ancorata alle radici del passato vuole essere protagonista nel terzo millennio nel ricordo dei tanti emigrati che hanno lasciato questa terra in cerca di fortuna».

La bella e calda giornata di sole ha favorito il pubblico delle grandi occasioni.