Boitano: «Film Commission risorsa per il Tigullio e l’entroterra»

«Le riprese del film “Murder Mystery” che si stanno girando in questi giorni a Santa Margherita dimostrano le potenzialità del Tigullio quale set suggestivo»

Boitano: «Film Commission risorsa per il Tigullio e l’entroterra»
Valli ed entroterra, 28 Luglio 2018 ore 09:20

«Le riprese del film “Murder Mystery” che si stanno girando in questi giorni a Santa Margherita dimostrano le potenzialità del Tigullio quale set suggestivo, pregevole lo sforzo di Genova Liguria Film Commission tesa a coinvolgere in futuro anche l’entroterra».

Mercoledì, a Ferrada di Moconesi in occasione della presentazione dei lavori risultanti dal workshop svolto da laureandi provenienti da tutto il mondo sulle potenzialità della Fontanabona, l’incontro tra Giorgio Oddone vicepresidente di Genova Liguria Film Commisson e il consigliere regionale Giovanni Boitano. Durante i lavori Oddone ha ricordato come la produzione del film in lavorazione nel Tigullio porterà introiti pari a 800mila euro e il lavoro svolto dalla fondazione in Liguria sta ottenendo ottimi risultati.
«La Film Commission che si occupa di promozione del territorio come destinazione per produzioni cinematografiche – afferma Boitano - rappresenta un’opportunità non solo per la costa, ma anche per l’entroterra in quanto non si limita a favorire la presenza di grandi produzioni cinematografiche, ma assicura ai Comuni aderenti una corsia preferenziale».

Alcune peculiarità dell’entroterra rappresentano una location ideale basti ricordare la cava a cielo aperto di Aveno nel Comune di Tribogna dove, sul finire del secolo scorso, il regista Duccio Forzano ha girato il video di “Cuore di aliante” con Claudio Baglioni.