Rt a 1.08

Bozza monitoraggio ISS: Liguria verso la zona arancione

Sembra ormai quasi certo: la regione cambierà colore forse già da domenica

Bozza monitoraggio ISS: Liguria verso la zona arancione
Cronaca Chiavari - Lavagna, 12 Febbraio 2021 ore 16:40

Ecco la bozza del monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità sull’andamento della pandemia da Coronavirus. Primo dato saliente,  aumenta l’indice Rt nazionale: sale da 0,84 a 0,95.

Liguria precipita verso la zona arancione

C’è anche la Liguria (Rt 1.08) tra le regioni che con ogni probabilità finiranno – già da domenica, anche se mancano ancora le disposizioni  ufficiali – in zona arancione, insieme a Toscana, Abruzzo e Provincia autonoma di Trento. A pesare sulla situazione ligure la pressione sul confine con la Francia, che aveva portato il governatore Giovanni Toti a preparare misure localizzate per la fascia Ventimiglia-Sanremo, eventualità che sembrerebbe scongiurata, visto che sarà tutta la regione a vedere il livello di rischio innalzato di “un colore”, secondo quanto annunciato dal presidente e assessore alla sanità ieri sera, nella conferenza di aggiornamento sulla pandemia.

Nel resto d’Italia

Diventerà, invece, gialla la Sicilia, mentre una regione (Umbria) e una provincia autonoma (Bolzano), mostrano quello che il Dcpm del 30 dicembre mostra come un rischio alto. Scendono a 10 le regioni/province autonome che ISS ha classificato a rischio moderato, tra queste, cinque sono a rischio alto di progressione nei prossimi giorni. Le altre nove presentano un rischio moderato. Nella settimana di monitoraggio Covid, ISS evidenzia che solo Sardegna e Valle d’Aosta hanno una incidenza sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti, il limite oltre il quale il sistema sanitario regionale ha iniziato  a dare segni di cedimento. L’incidenza nazionale, negli ultimi 14 giorni, resta sostanzialmente stazionaria.

La situazione ospedaliera

Diminuisce il numero di regioni – da 7 a 5 – che hanno un tasso di occupazione delle terapie intensive oltre la soglia di sicurezza. Confortante il dato nazionale: complessivamente l’italia è sotto la soglia critica del 30% di terapie intensive occupate, si attesta intorno al 24%. Nel corso della settimana è diminuito sia il numero dei ricoverati in terapia intensiva, sia nelle aree mediche.

La classifica RT

  • Abruzzo 1.22
  • Basilicata 1.2
  • Calabria 0.81
  • Campania 0.8
  • E-R 0.94
  • FVG 0.98
  • Lazio 0.96
  • Liguria 1.08
  • Lombardia 0.97
  • Marche 0.94
  • Molise 1.09
  • Piemonte 0.93
  • PA Bolzano 1.25
  • PA Trento 1.2
  • Puglia 1.05
  • Sardegna 0.87
  • Sicilia 0.66
  • Toscana 1.1
  • Umbria 1.2
  • Valle d’Aosta 0.77
  • Veneto 0.71
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli