Cronaca
Emergenza sanitaria

Casa di riposo Torriglia, ipotesi di commissariamento

Struttura focolaio di contagio da Covid: Di Capua propone tre nomi di tecnici come candidati papabili alla gestione della crisi

Casa di riposo Torriglia, ipotesi di commissariamento
Cronaca Chiavari - Lavagna, 18 Aprile 2020 ore 08:56

Dopo la richiesta del sindaco di Chiavari Marco Di Capua di misure straordinarie per affrontare la situazione critica alla casa di riposo Torriglia, dove si è sviluppato un importante focolaio di contagio da Covid-19, risposte favorevoli sono arrivate da più parti.

Casa di riposo Torriglia, ipotesi di commissariamento

Dalla Prefettura è arrivata la mobilitazione presso la Protezione Civile Nazionale per l'invio di medici, infermieri ed OSS per contribuire a gestire la residenza ed i malati. Misure di emergenza attivate anche dalla Regione ma, soprattutto, è nell'aria il commissariamento della struttura: «Condivido  la proposta del Dott. Locatelli di Alisa di commissariare la Casa di Riposo Torriglia per garantirne la corretta funzionalità e la piena assistenza a tutti gli anziani ospiti e al personale che vi opera», scrive infatti Di Capua.

Che però preferisce non essere personalmente coinvolto: «Ringrazio per aver proposto il mio nome come commissario straordinario ma suggerisco la nomina di una figura tecnica e di garanzia che potrebbe essere individuata nel vertice di Als4 che si è distinta per le capacità gestionali e tecniche necessarie ad affrontare questa gravissima emergenza sanitaria», risponde il primo cittadino chiavarese. Che, in caso di bisogna, suggerisce tre nomi: il dott. Luigi Calcagno (già primario pneumologo Asl4), il dott. Federico Bianchi (cardiologo, già Responsabile di Struttura Semplice presso l’Asl4) e il dott. Dino Sambuceti (geriatra Asl4).  «In questo momento non posso ridurre il mio impegno di gestione dell’emergenza sanitaria della mia città che mi vede impegnato costantemente insieme ai tutti i miei collaboratori», conclude Di Capua.