Castiglione Chiavarese

Castiglione, sospeso dopo la condanna il sindaco Collorado

Caos in Comune: per il primo cittadino allontanamento dai pubblici uffici per un anno e mezzo, ma ha presentato ricorso contro il provvedimento. L'incarico passa al vice Francesco Granara. La minoranza vorrebbe le dimissioni.

Castiglione, sospeso dopo la condanna il sindaco Collorado
Sestri - Val Petronio, 31 Ottobre 2020 ore 09:23

La condanna era arrivata una decina di giorni fa: ora per il sindaco di Castiglione Chiavarese Giovanni Collorado arriva anche la – a questo punto inevitabile – sospensione dal ruolo.

Castiglione, sospeso dopo la condanna il sindaco Collorado

La vicenda riguardava il tentativo di realizzazione di una discarica di materiali da scavo, facendola passare per un’opera di riqualificazione ambientale che avrebbe permesso di smaltire, in località Gavornie, circa mezzo milione di metri cubi di rifiuti. Secondo Il Comando Carabinieri per la Tutela Forestale la Commissione edilizia comunale, per permettere il proseguimento dell’iter amministrativo, aveva verbalizzato l’esistenza della valutazione di incidenza ambientale, obbligatoria per avviare una pratica edilizia all’interno di un terreno considerato sito d’interesse comunitario. L’iter era giunto al termine con l’approvazione del progetto con ulteriori modifiche, senza però sottoporle alla Soprintendenza competente, col solo deposito di un elaborato modificato e inserito tra gli atti del progetto: nel 2015 la denuncia del Nucleo Investigativo della Forestale di Genova. Pochi giorni fa la sentenza è stata depositata con la condanna ad un anno e mezzo di reclusione per quasi tutti gli imputati: il sindaco Giovanni Collorado, i componenti delle commissioni comunali edilizie e del paesaggio Gianni Peruggi e Daniele Granara, l’allora responsabile dell’Ufficio tecnico Giacomo Bregante, il progettista Gabriella Innocenti e l’impresario Paolo Neve. «E’ una vicenda annosa, iniziata nel 2010, e io non facevo parte della Commissione edilizia integrata. Una pratica approvata in Giunta e consiglio comunale all’unanimità – spiega Collorado – . Ora ricorreremo in appello».

Ma in attesa dell’appello, la condanna per falso e abuso d’ufficio porta per osmosi alla sospensione dalla carica di sindaco di Collorado, per un anno e mezzo. Anche a questa misura – dettata dalla legge Severino – Collorado ha annunciato di aver fatto immediato ricorso, ma almeno per il momento non potrà partecipare alla Giunta o ai consigli comunali, né firmare atti, in quanto gli sono vietati i pubblici uffici. L’incarico passa dunque almeno protempore al vice di Collorado, Francesco Granara: fratello di un altro dei condannati, Daniele.

La minoranza, intanto, ha richiesto una convocazione urgente del consiglio per discutere della situazione delicatissima per la tenuta del Comune. Il gruppo consigliare “Cambiamo insieme” lascia intendere chiederà le dimissioni di Collorado.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità