Catering Mediaterraneo, Massucco risponde a Conti: «Anziché accertare i fatti fa propaganda, a costo di danneggiare stimate imprese»

Per l'amministratore di Mediaterraneo «come in passato parleranno i fatti» e «di concreto resta solo il processo per diffamazione a mezzo stampa in cui è rinviato a giudizio lo stesso consigliere»

Catering Mediaterraneo, Massucco risponde a Conti: «Anziché accertare i fatti fa propaganda, a costo di danneggiare stimate imprese»
Sestri - Val Petronio, 06 Febbraio 2018 ore 15:37

Non si fa attendere la risposta dell'Amministratore unico di Mediaterraneo Servizi, Marcello Massucco, all'attacco ricevuto da Marco Conti e dagli altri consiglieri di minoranza quest'oggi, in merito all'assegnazione dei bandi per il catering.

La replica di Massucco

Ecco la risposta di Marcello Massucco, diffusa proprio in questi minuti, all'interrogazione e alle accuse ricevute dalla minoranza consiliare di Sestri Levante.

Rilevo che il consigliere Marco Conti propaganda nuovamente - attraverso un comunicato stampa - presunte irregolarità sui servizi di catering al Convento dell’Annunziata.

Ricordo al consigliere, che circa due anni fa le forze di opposizione effettuarono due analoghi esposti contro il sottoscritto e Mediaterraneo Servizi riguardo gli stessi ambiti, sfociati uno (il 4128/2015) in un’archiviazione diretta da parte del PM, ed il secondo (12390/2016) in un’archiviazione da parte del giudice per le indagini preliminari, con motivazioni ampie ed articolate riguardo l’insussistenza di reati in merito. Di tutta quella vicenda, l’unico fatto concreto che resta in essere è il processo per diffamazione continuata a mezzo stampa che vede lo stesso consigliere rinviato a giudizio (6732/2017), e che comincia prossima settimana presso il Tribunale di Genova. Tanto per essere puntuali nella concreta ricostruzione dei fatti.

Oggi riparte alla carica - complice il clima pre-elettorale - con un comunicato stampa nel quale, senza attendere neppure l’esito dell’interrogazione a risposta scritta inviata solo ieri al Sindaco, si traggono conclusioni a dir poco fuorvianti ed errate, sulla base di documentazione parziale nelle mani del consigliere. Consigliere che - giova ricordarlo - è membro del comitato di controllo di Mediaterraneo Servizi e potrebbe con una semplice telefonata e/o richiesta scritta ottenere informazioni su procedure e situazioni che non comprende appieno.

Ma dal suo punto di vista, invece di accertare i fatti, è molto più elettoralmente “produttivo” pubblicare documenti su facebook con i nomi di stimate aziende del settore senza alcun criterio esplicativo, incurante dei riflessi in termini di immagine delle imprese coinvolte. Come due anni fa, parleranno i fatti ed ognuno raccoglierà quello che ha seminato.

Ovviamente per propria convenienza il consigliere omette di citare i risultati che Mediaterraneo ha raggiunto in questi anni in Baia del Silenzio: la promozione turistica attraverso i numerosissimi eventi che annualmente si svolgono presso il centro congressi, l’incremento dell’occupazione del Polo Tecnologico con la relativa formazione specialistica, le ricadute economiche sul territorio veicolate dalle decine di matrimoni celebrati all’Annunziata, solo per citare alcuni esempi. Anche in questo caso parlano i fatti realizzati, continui pure il consigliere Conti a millantare fantasie con le sue campagne denigratorie.