C'è anche un po' di Liguria nel film italiano che ha vinto l'Oscar

Chiamami Col Tuo Nome nel libro originale è ambientato nella nostra regione

C'è anche un po' di Liguria nel film italiano che ha vinto l'Oscar
Chiavari - Lavagna, 05 Marzo 2018 ore 07:34

C'è anche un po' di Liguria nel film italiano che ha vinto l'Oscar per la migliore sceneggiatura non originale. "Chiamami Col Tuo Nome", infatti, questa notte, si è aggiudicata una statuetta, consegnata all'autore James Ivory (nella foto in alto) per la miglior sceneggiatura non originale.

Il romanzo da cui è stato adattato il film è ambientato in Liguria

Ivory ha adattato il romanzo omonimo dello statunitense André Aciman: regista del film, interpretato da Arnie Hammer e Timothée Chalamet, è Luca Guadagnino.

Forse non tutti sanno che il romanzo "Chiamami Col Tuo Nome" è ambientato in Liguria (i nomi dei paesi non vengono mai rivelati): la versione cinematografica è stata spostata negli anni 80 a Crema, dove Guadagnino tra l'altro risiede, e molte scene sono state girate a pochi passi da casa sua.

"Chiamami col tuo nome" di Luca Guadagnino ha avuto quattro nomination agli Oscar: migliore film, canzone originale (Sufjan Stevens - Mistery of love), migliore sceneggiatura non originale (adattata da James Ivory) e Timothée Chalame migliore attore. Da oggi può vantare una statuetta, dunque, per la migliore sceneggiatura non originale. Non accadeva dal 1998 con Roberto Benigni e il suo "La vita è bella".

La trama

E' l’estate del 1983 nel nord dell’Italia, ed Elio Perlman (Timothée Chalamet), un precoce diciassettenne americano, vive nella villa del XVII° secolo di famiglia passando il tempo a trascrivere e suonare musica classica, leggere, e flirtare con la sua amica Marzia (Esther Garrel).

Elio ha un rapporto molto stretto con suo padre (Michael Stuhlbarg), un eminente professore universitario specializzato nella cultura greco-romana, e sua madre Annella (Amira Casar), una traduttrice, che gli danno modo di approfondire la sua cultura in un ambiente che trabocca di delizie naturali. Mentre la sofisticazione e i doni intellettuali di Elio sono paragonabili a quelli di un adulto, permane in lui ancora un senso di innocenza e immaturità, in particolare riguardo alle questioni di cuore.

Un giorno, arriva Oliver (Armie Hammer) un affascinante studente americano di 24 anni, che il padre di Elio ospita per aiutarlo a completare la sua tesi di dottorato. In un ambiente splendido e soleggiato, Elio e Oliver scoprono la bellezza della nascita del desiderio, nel corso di un’estate che cambierà per sempre le loro vite.

Oscar 2018, tutti i premi

Ma diamo un'occhiata a tutti i premi consegnati durante la notte degli Oscar.

MIGLIOR FILM
La forma dell'acqua
MIGLIOR REGIA
Guillermo Del Toro
MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Gary Oldman per "L'ora più buia"
MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Frances McDormand per "Tre manifesti a Ebbing, Missouri"
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Sam Rockwell per "Tre manifesti a Ebbing, Missouri"
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Allison Janney per  "I Tonya"
MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE
Scappa - Get out
MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
Chiamami con il tuo nome
MIGLIOR COLONNA SONORA
La forma dell'acqua
MIGLIOR FILM STRANIERO
A fantastic woman (Cile)
MIGLIOR FILM D'ANIMAZIONE
Coco
FOTOGRAFIA
Blade runner 2049
SCENOGRAFIA
La forma dell'acqua
MIGLIOR CORTOMETRAGGIO ANIMATO
Dear basketball
MIGLIOR CORTOMETRAGGIO DOCUMENTARIO
Heaven is a traffic jam on the 405
MIGLIOR DOCUMENTARIO
Icarus
CORTOMETRAGGIO
The silent child
MIGLIOR SONORO
Dunkirk
MIGLIOR MONTAGGIO SONORO
Dunkirk
MIGLIOR MONTAGGIO VISIVO
Dunkirk
MIGLIORI EFFETTI SPECIALI
Blade Runner 2049
MIGLIOR TRUCCO
L'ora più buia
MIGLIORI COSTUMI
Il filo nascosto
MIGLIOR COLONNA SONORA
La forma dell'acqua
MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
"Remember me" da Coco